Giochi PC

Overwatch 2 è diverso da ogni altro seguito: Blizzard ha faticato a farlo accettare

Durante la BlizzCon 2019 sono stati presentati vari giochi, come Diablo 4, la nuova espansione di World of Warcraft e Overwatch 2, il particolare seguito dell’amato hero shooter. Non si tratta infatti di un classico sequel, ma per convinta scelta di design è stato deciso di renderlo unico nel proprio genere: ogni mappa multigiocatore, eroe e modalità sarà disponibile anche nel gioco originale.

Si tratta di un vanto per Blizzard: non abbandonare la propria community è una mossa molto forte e la società spera che anche altri seguiti facciano lo stesso. Secondo il game directo Jeff Kaplan, però, questa decisione ha richiesto una sensibile opera di convincimento. “È difficile perché l’industria ha fatto la stessa cosa per molto tempo. Non è semplice prendere le persone, allontanarle dalla loro comfort zone e dire ‘hey, potremmo farlo in un modo migliore’.”

Overwatch 2

Secondo quanto ha raccontato a Kotaku Australia, l’idea è di mantenere i giocatori felici sul lungo termine, non preoccupandosi troppo del guadagno a breve termine. “Piuttosto che mantenere una visione a breve termine ed essere guidati dall’ansia e dall’idea che ‘l’unico modo per far giocare agli utenti Overwatch 2 è di abbandonare i giocatori di Overwatch 1 e costringerli a spostarsi sul nuovo gioco’, ecco… lasciamo che sia una cosa graduale.”

Kaplan ha però sottolineato che in passato Blizzard ha già sfidato l’industria: con il primo capitolo, infatti, gli sviluppatori hanno promesso futuri aggiornamenti in modo gratuito, un approccio nuovo per l’epoca, ma alquanto comune oggigiorno. Vedremo se anche questa nuova sfida di Overwatch 2 sarà vinta: dovremo attendere ancora un po’ di tempo, però, in quanto il titolo non ha una data di uscita.

Potete acquistare ora Overwatch e prepararvi all’arrivo dei contenuti del seguito. Lo trovate su Amazon a questo indirizzo.