eSports

Overwatch League, Seul Dynasty senza eguali al Day 2

Il secondo giorno di Overwatch Legue ha visto giocare molte più partite rispetto al precedente, questo denota come molte organizzazioni stiano ancora avendo problemi a riorganizzarsi, ed è giusto che lo spettacoli continui anche al di fuori di alcune squadre che recupereranno lo svantaggio in seguito. Il secondo giorno di lega si apre con i team cinesi e due incontri senza esclusione di colpi, Shanghai Dragons contro Chengdu Hunters e Hangzhou Spark contro Guangzhou Charge.

Il primo match è stato davvero interessante sotto il punto di vista atletico, un pò meno forse per la sinergia. Il match infatti in più punti, sembrava quasi una pubblica: healers che cercavano le uccisioni singole e tank sempre in fuori posizione. In tutto questo però, gli Hunters sono riusciti a fare meno errori degli altri grazie di nuovo alla Pharah di Jinmu che è riuscita a piazzare due ultimate che hanno sterminato gli avversari. Chengdu conquista la prima partita per 3 a 0.

Il secondo match tra Spark e Charge è stato molto più equilibrato. È stata però la quinta mappa a decidere il risultato della partita. Nonostante una ultimate quasi perfetta di Rio, Reinhardt per i Charge, gli Spark conquistano il primo punto su Nepal ma la loro gloria dura poco. I Charge con un colpo di reni, riescono a portarsi a casa l’ultimo round  e a vincere la partita.

Per quanto riguarda invece la divisone atlantica, che ha fatto il suo debutto al Day 2, regnano incontrastati nella Overwatch League i Seul Dynasty che riescono a portarsi a casa un 3 a 0 sui Los Angeles Gladiators. Il Day 2 della Lega è stato davvero intenso, il titolo di Blizzard sta recuperando pian piano il terreno perduto all’interno del circuito competitivo. La lega chiusa in questo modo, risulta comunque essere molto scoraggiante per chi volesse entrare nel mondo eSportivo di Overwatch.

Se sei interessato all’acquisto di Overwatch, puoi farlo direttamente su Amazon!