PlayStation

PlayStation, possibile frecciata a Xbox: “non bastano i soldi per il talento”

Il 21 e 22 giugno ci sarà l’Amazon Prime Day, due giorni ricchi di offerte e sconti a tempo limitato! Per non perderne nemmeno una, date uno sguardo alla nostra pagina dedicata.

Qual è la strategia di PlayStation per portare al successo uno studio di sviluppo? Ha provato a svelarla Jim Ryan, durante un’intervista concessa a Stephen Totilo per Axios. E la risposta, come spesso accade quando parlano certi manager e dirigenti, non è affatto così scontata. Ryan è infatti in Sony oramai da diverso tempo e solo di recente ne ha preso le redini, per accompagnare il lancio della nuova console e guidare la società verso un nuovo orizzonte per quanto riguarda i videogiochi.

PlayStation Studios Logo

Jim Ryan ha parlato di come in PlayStation vengano coltivati i talenti. “Sarebbe riduttivo nutrire gli studi solamente garantendo fonti di denaro” ha dichiarato il presidente della divisione dedicata ai videogiochi di Sony. Scendendo nello specifico, Ryan ha parlato di come nessuno decida di mettere dei paletti ai progetti attualmente in sviluppo presso i first party riuniti sotto l’etichetta PlayStation Studios. “Quando Sucker Punch ci ha presentato Ghost of Tsushima non era il gioco che pensavamo stessero producendo ma non abbiamo fermato niente, non siamo stati così rigidi” ha concluso Ryan.

La filosofia di PlayStation, dunque, pare possa riassumersi così: nessun paletto o limita creativa, ma solo libertà e successivamente il finanziamento vero e proprio, con l’approvazione del progetto. Una scelta che si dimostra anche coerente con ciò che è avvenuto in passato, non solo sotto l’etichetta dei first party ma anche con le forti relazioni con le terze parti. Un esempio? Death Stranding: seppur non finanziato direttamente da Sony gli è stato concesso l’utilizzo della piattaforma e il Decima Engine, oltre che ovviamente curare i costi legati al lancio e alla distribuzione su console.

Al momento per Jim Ryan questa è l’unica strada da percorrere. “Non vedo l’ora di scoprire cosa hanno in serbo poi noi i third party e gli studi sotto l’etichetta PlayStation Studios. Ci sono giochi come Spider-Man Miles Morales o Returnal, che dimostrano cosa gli sviluppatori possono fare in pochissimo tempo. Immaginate come sarà il futuro in due o tre anni”, ha concluso il dirigente in forza a Sony.

PlayStation 4 vi aspetta su Amazon con un piccolo sconto rispetto al prezzo base: potete acquistarla qui.