PlayStation

PlayStation va in crociera, pronti al varo

Sony Computer Entertainment Italia e Costa Crociere hanno recentemente siglato un accordo per portare la Playstation a bordo di lussuose navi da crociera.

Sulle navi sarà predisposta un'area dedicata all'intrattenimento digitale, chiamata "PlayStation World", dove i naviganti potranno intrattenersi con la consolle Sony, che sarà disponibile anche in cabine, in piscina e, naturalmente, nelle aree dedicate ai più piccoli.

I viaggiatori, più di 1 milione ogni anno, potranno anche acquistare prodotti Sony direttamente a bordo, e portarsi a casa tanto la console quanto i titoli più recenti.

Chi scegliere una crociera Costa potrà quindi divertirsi anche con PlayStation, a cominciare dai prossimi maggio e giugno, quando saranno varate le nuove navi Costa Luminosa e Costa Pacifica. Le navi incluse saranno dodici in totale.

love-boat
Una simulazione su PS3 delle future crociere

Durante le serate sul mare ci si potrà godere l'intrattenimento digitale sui maxi schermi (18 metri quadrati) delle piscine. In cabina si potrà sfruttare la PlayStation 3 "on-demand", e averla a disposizione per tutto il tempo del viaggio, mentre nelle aree dedicate i vacanzieri potranno divertirsi con titoli "social", a cominciare dai famosi Buzz e Sing Star.

La scelta dei titoli fa pensare, tuttavia, all'intrattenimento vecchio stile. Spariscono comici e cantanti, e fanno il loro ingresso karaoke e quiz a premi. Detta così non sembra così entusiasmante, come novità. D'altra parte, difficile immaginare un gruppo di viaggiatori presi in un torneo di KillZone 2, in mezzo al mediterraneo.

Non ci sorprende vedere che anche i videogame fanno il loro ingresso a bordo delle navi da crociera, che offrono da sempre pacchetti estremamente completi. Anzi, ci stupisce che accada solo ora. Vedremo ora se Microsoft e Nintendo vorranno rispondere: sono ancora disponibili le piste da sci, i villaggi vacanza di mezzo mondo, e un imprecisato numero di rifugi sulle Alpi, senza dimenticare il nuovo business del turismo spaziale.

Certo, prima o poi qualcuno potrebbe chiedersi perché fare migliaia di chilometri e spendere migliaia di euro, per divertirsi con un joy-pad. Buon viaggio.