3DS

Pokémon X e Y non s’hanno da fare su Wii U, meglio il 3DS

Dopo il recente annuncio di Pokémon X e Y per Nintendo 3DS l'azienda giapponese non ha esitato a cavalcare l'onda mediatica per fornire nuovi dettagli su questo atteso titolo e soprattutto sulle due creature che saranno la vera e propria mascotte del gioco.

Yveltal, uno dei due Pokémon leggendari svelati da Nintendo – Clicca per ingrandire

Nintendo ha infatti svelato che i due Pokémon che si vedono verso la fine del primo trailer ufficiale sono Xerneas e Yveltal, due nuovi Pokémon Leggendari che con tutta probabilità diventeranno i più ambiti dai "collezionisti" e dai giocatori.

Pokémon X e Y segna un vero e proprio punto di svolta nella saga, abbandonando la grafica composta da sprite bidimensionali e sfruttando per la prima volta personaggi e un mondo di gioco poligonale e tridimensionale. Ricordiamo infatti che l'ultimo capitolo della saga, Pokémon Black e White 2, poteva contare su una grafica con modelli 3D e animazioni bidimensionali.

Xerneas, il secondo Pokémon leggendario destinato a diventare una delle mascotte del gioco – Clicca per ingrandire

J.C. Smith, direttore marketing di The Pokémon Company, ha giustificato questo cambiamento dicendo che era giunta l'ora di smuovere le acque. "Gli sviluppatori vogliono assicurarsi che questo nuovo universo di gioco su 3DS sia fantastico a livello visivo, sia per quanto riguarda lo stile dei poligoni sia per l'effetto 3D. È davvero affascinante vedere i Pokémon prendere vita, ancora di più che in passato. Anche in queste fase iniziali di sviluppo il gioco è davvero molto bello", spiega Smith, che tuttavia ci tiene a precisare come questo capitolo non sia un reboot della saga.

"C'è sempre stata un'evoluzione dell'aspetto del gioco e delle sensazioni trasmesse. […] Dai titoli originali su Game Boy e Game Boy Color a quelli su DS ci sono stati molti cambiamenti. Non c'è mai stata la decisione di riavviare la saga, è solo una decisione di provare cose nuove e di rappresentare il mondo di gioco in un modo diverso", sostiene Smith.

Il dirigente dell'azienda responsabile di questo marchio di successo spiega inoltre perché il gioco sarà disponibile su Nintendo 3DS e non su Wii U. "Non posso andare nello specifico ma gli sviluppatori hanno sempre amato la possibilità di realizzare un titolo per un dispositivo portatile per le potenzialità di comunicazione, condivisione e per l'esperienza di portarsi l'avventura sempre con sé. Ecco perché hanno sempre dato la priorità a una versione portatile del gioco".

Voi cosa ne pensate? Vi piacerebbe vedere un gioco di questa saga su Wii U?