Tom's Hardware Italia
Giochi PC

Prova del Negromante, la nuova classe di Diablo III

Diamo il ben tornato al Negromante, nuova classe di Diablo III che tanto mancava ai fan di vecchia data.

Il settimo personaggio di Diablo III è pronto per ravvivare la nuova stagione, ed è anche una bella notizia per tutti i fan di vecchia data. Già, perché torna il Negromante, classe apprezzata in Diablo II e sostituita fino ad ora dallo Sciamano, che nonostante sia divertente non ha mai fatto gridare al miracolo.

Diablo 3   Negromante    (25)

La nuova classe si mantiene fedele alle origini: gli sviluppatori hanno accontentato i giocatori imboccando un sentiero già tracciato, solamente espandendo ed adattando le caratteristiche del "vecchio" Negromante all'ampliato gameplay di Diablo III.

Siamo davanti a uno stile di gioco differente rispetto alla maggior parte dei personaggi, quasi completamente basato sugli effetti attivabili grazie ai cadaveri dei nemici. Dopo un'oretta scarsa di gioco si comincia ad assaporare questa dinamica grazie allo sblocco dell'abilità "Esplosione Cadaverica", dove i corpi esanimi dei nemici si trasformano in vere e proprio bombe che danneggiano tutti i nemici presenti nell'area.

Appare subito chiaro che lo scopo è quindi abbattere velocemente dei nemici per poi danneggiarne altri con le abilità che sfruttano i cadaveri, cercando di stare alla larga dalla mischia dove il Negromante si trova un po' in difficoltà rispetto ad altre classi. Per ovviare a questo "problema" vengono in aiuto ulteriori abilità, come la possibilità di "divorare" (Voracità) i cadaveri e ottenere dei bonus di recupero, nonché evocare o rianimare dei demoni che possono tenere occupati i nemici mentre studiamo la tattica migliore per sconfiggerli.

Diablo 3   Negromante    (19)

Tutto è basato sull'essenza, un elemento che si ricarica usando gli attacchi di base, quindi diventa fondamentale gestire il mix di abilità in maniera bilanciata, altrimenti non avremo la possibilità di attivare gli effetti più devastanti.

Durante la prova che abbiamo effettuato con l'accesso alla Beta abbiamo notato due principali strategie di attacco. La prima si basa sulle evocazioni che permettono di creare un esercito di discrete dimensioni (una ventina tra scheletri e demoni) in grado di tenere a bada la maggior parte degli assalti grazie a un po' di supporto. Altrimenti potrete esporvi maggiormente utilizzando un mix di attacchi ed effetti ambientali; una strategia più difficile da adottare ma in grado di riservare molte soddisfazioni.

Non siamo entrati nel dettaglio di tutte le abilità, prima di tutto perché non vogliamo rovinare troppo l'esperienza "spoilerando" tutto e soprattutto perché il Negromante è una classe in sviluppo. Blizzard ha infatti usato questa piccola finestra di prova per analizzare il modo in cui veniva usato il nuovo personaggio, che certamente sarà modificato di conseguenza per andare incontro alle richieste dei fan appassionati. Di certo questa nuova classe si è già rivelata molto divertente da utilizzare in single player e ha il potenziale di essere devastante in team, grazie alle abilità di supporto che la renderanno una scelta intrigante nelle scorribande multiplayer.