Tom's Hardware Italia
Nintendo Switch

Provato Captain Toad: Treasure Tracker, il ritorno su Switch

Continuando il progetto di riproporre tutta quella serie di IP nate sulla precedente Wii U, e rimaste vittime dello sfortunato destino della precedente ammiraglia del colosso di Kyoto, Nintendo rilascerà, il prossimo 13 luglio, la riedizione per Switch di una delle sue IP più innovative e soprendenti della precedente generazione: Captain Toad: Treasure Tracker. Dopo aver potuto provare […]

Continuando il progetto di riproporre tutta quella serie di IP nate sulla precedente Wii U, e rimaste vittime dello sfortunato destino della precedente ammiraglia del colosso di Kyoto, Nintendo rilascerà, il prossimo 13 luglio, la riedizione per Switch di una delle sue IP più innovative e soprendenti della precedente generazione: Captain Toad: Treasure Tracker. Dopo aver potuto provare per una manciata di ore la nuova versione delle complicate avventure del piccolo funghetto, siamo rimasti incantati come in passato dal suo gameplay fresco e da un level design che risulta ancora oggi sublime e ineguagliato.

La Storia dietro al Fungo

Le origini di Captain Toad: Treasure Tracker risalgono, incredibilmente, al lontano 2011. Durante i primi bozzetti creati per Super Mario 3D World, il team EAD di Tokyo, iniziò a lavorare su dei livelli cubici, di dimensioni ridottissime, che il giocatore potesse visionare nella loro interezza semplicemente ruotando la telecamera. All'interno di questi scenari, un ipotetico Mario, avrebbe dovuto muoversi, saltare e interagire con l'ambiente per terminare dei livelli dal gameplay ibrido tra il puzzle game e il platform più canonico. Più quest'idea, oramai parallela al Super Mario 3D World in sviluppo, cresceva fra le mani degli sviluppatori… meno l'iconico idraulico si rivelava essere la scelta giusta.

La capacità si balzare in alto e di muoversi agilmente non si sposava con il concept maggiormente ragionato che il team aveva in mente. Accantonato il baffuto italiano, quindi, si ipotizzò l'inserimento dell'altresì celebre Link ma Miyamoto stroncò l'idea in partenza, affermando di volere un IP nuova e che non facesse urlare i fan all'ennesima iterazione di un personaggio storico in un contesto differente dal solito. 

L'attenzione cadde, apparentemente in maniera casuale, su Captain Toad. Presentato al pubblico nel precedente Super Mario Galaxy e accompagnato da un pesantissimo zaino che ne limita costantemente i movimenti, il fungiforme esploratore poteva essere davvero il personaggio perfetto per quel progetto così particolare e diverso dal solito. Usando quindi Super Mario 3D World come banco di prova finale, inserendo dei minigiochi ispirati al gameplay finale di Captain Toad: Treasure Tracker, Nintendo potè tastare il terreno e comprendere la risposta che il pubblico avrebbe avuto di fronte a un gioco di quella tipologia… il resto, come si suol dire, è storia.

1 up corporate booklet 11

Immense soluzioni di gameplay…

Uscito il 13 Novembre 2014, Captain Toad: Treasure Tracker, fu accolto calorosamene dalla critica che non lesinò voti altisonanti ed elogi di ogni tipologia verso il gameplay semplice e immediato unito a un level design sopraffino. Il concept alla base del titolo è molto semplice: in ogni scenario è presente una stella posta in una locazione apparentemente irraggiungibile, evitando i nemici, interagendo con l'ambiente e ruotando l'intero livello, il giocatore dovrà far raggiungere l'ambito artefatto al piccolo Toad. Un risicato ventaglio di azioni aggiuntive, che il piccolo fungo può eseguire, e una moltitudine di collezionabili indispensabili per il proseguimento dell'avventura, fungono da collante all'azione di gioco generando puzzle via via sempre più complessi con il proseguire dell'avventura.

Una curva di difficoltà che rasentò la perfezione, un concept fresco e innovativo, un personaggio perfettamente contestualizzato e le fondamenta da puzzle game non passarono inosservate nemmeno ai fan della Grande N, che accolsero con egual entusiasmo la nuova IP di Nintendo. L'unico vero problema di Captain Toad: Treasure Tracker, furono le vendite. Rilasciato su una Wii U claudicante e mai degnamente considerata dal pubblico, il piccolo funghetto rischiò di rivelarsi una piccola gemma uscita nel momento sbagliato. La rinascita di Nintendo attraverso la nuova Switch, però, offre nuovamente la possibilità di rilanciare, o in questo caso sarebbe meglio dire lanciare, Captain Toad: Treasure Tracker cercando di attecchire su un bacino d'utenza decisamente maggiore e che potrebbe permettere a questa nuova IP di diventare una nuova punta di diamante nelle line-up futura di Nintendo.

wGL3o p0rf8B3whyn2XCVCQoRZQlbZzG
2018061912571200 A6C056CABE0E1894654A3769FAF6D11E
2018061912564800 A6C056CABE0E1894654A3769FAF6D11E

… in un minuscolo spazio vitale!

Le nostre prime ore con Captain Toad: Treasure Tracker su Nintendo Switch, difatti, si sono rivelate sorprendentemente divertenti come la prima volta. Ritrovarci nuovamente a muovere Toad con lo Stick sinistro e ruotare nello stesso momento gli scenari, con quello destro ha riproposto lo stesso feeling di naturalezza che provammo quasi quattro anni fa. La portabilità di Switch in modalità "Handheld", unico banco di prova durante questa preliminare analisi, riesce a donare un contesto migliore alle dinamiche "mordi e fuggi" del titolo, elevando il lato più mobile del gioco e offrendogli finalmente un degno teatro dove esibire tutto il suo potenziale.

L'inedita modalità a due giocatori, ideata appositamente per questa riedizione, offre una variante interessante alle meccaniche di Captain Toad: Treasure Tracker, permettendo a un secondo giocatore di interagire con lo scenario e distrarre i nemici in una maniera analoga a quanto visto nella storica serie di Super Mario Galaxy. Utilizzando un mirino, mosso tramite il sistema di sensori di movimento, il secondo giocatore potrà stordire temporaneamente gli avversari lanciandogli contro delle rape. Il completo controllo della telecamera da parte del secondo giocatore, inoltre, garantisce situazioni inedite che richiederanno a entrambi i partecipanti di cooperare e comunicare per risolvere i numerosi enigmi che si frapporranno di fronte al tortuoso cammino del piccolo Toad.

2018061913075400 A6C056CABE0E1894654A3769FAF6D11E

La modalità per due giocatori non è l'unica novità introdotta per la versione Nintendo Switch di Captain Toad: Treasure Tracker. Una nuova serie di livelli ispirati a Super Mario Odyssey, alcuni collezionabili inediti, che richiederanno l'utilizzo delle varie caratteristiche della console, e alcune modalità extra completeranno il pacchetto di quella che, con quasi assoluta certezza, si rivelerà non solo la versione definitiva di questa istrionica IP ma anche una delle punte di diamante della line-up di questa calda estate di Nintendo Switch.

2018061912593800 A6C056CABE0E1894654A3769FAF6D11E

Tom's Consiglia

Se non foste in possesso di una Switch, vi ricordiamo che Captain Toad: Treasure Tracker sarà disponibile anche per Nintendo 3DS.