Giochi PC

Provato Formula 1 2018, Codemasters sfreccia su nuove vette

Pagina 1: Provato Formula 1 2018, Codemasters sfreccia su nuove vette

Se c'è uno uno dei team che nel corso di questi ultimi anni è cresciuto esponenzialmente, sviluppando titoli di qualità e sempre più ambiziosi, quella è senz'altro Codemasters, team britannico che ha dato vita a giochi come Dirt, Grid, ma anche Overlord e il recente OnRush. Nella sua imponente line up si erge quello che è a tutti gli effetti uno dei titoli di punta della software house: Formula 1, che quest'anno si presenta con tante novità nella versione 2018.

Durante una piccola presentazione tenutasi a Milano, abbiamo avuto la possibilità di provarlo per una buona mezzoretta. Ad attenderci e raccontarci questo racing game era presente il director: Lee Mather, che oltre a spiegarci le nuove caratteristiche, ci ha gentilmente concesso una mini intervista.

Una carriera profonda

Essere piloti di Formula 1 è complicato, bisogna collaborare con il proprio team automobilistico per migliorare la vettura, partecipare a interviste spesso complicate e dare il massimo in pista, spesso seguendo strategie ben specifiche. L'obiettivo di Codemasters è proprio questo: rendere la carriera del gioco più immedesimante e realistica possibile, e a giudicare da quello che abbiamo visto e provato, sembrerebbe che il team ci sia riuscito appieno. Tutto parte da una stratificata personalizzazione, dal nome da usare in game fino all'estetica base del proprio personaggio, in cui è possibile scegliere tra una larga selezioni di profili già pre-impostati, non manca neanche la possibilità di decidere il proprio numero da pilota e il casco personale.

F1 2018 1

Il secondo punto entra di più nello specifico, decidere per quale team fare parte; ognuno offre perks specifici e richiede, ovviamente, determinati traguardi da raggiungere. A seconda della squadra e della posizione pilota (primo o secondo), cambiano alcune richieste; chiaro che se si sceglie Ferrari o Mercedes le richieste salgono e bisogna dare il 100% in ogni gara per riuscire ad accontentare i tifosi e i superiori, al contrario entrare a fare parte di Sauber riduce l'obbligo di fare necessariamente sempre bene. Nota anche per la selezione del rivale da affrontare, utile per migliorare più velocemente la nostra reputazione e i premi gara.

f1 2018 6

Un altro aspetto importante sono le interviste, introdotte quest'anno e che prendono spunto da quelle che abbiamo già avuto modo di vedere a partire da Fifa 17, ma che raggiungono un livello di importanza e profondità decisamente più cruciali per lo sviluppo della personalità e della reputazione del nostro pilota. Risposte di un certo tipo possono causare un'antipatia nei confronti di qualcuno o di un team e questo può rovinare in parte la nostra carriera, è importante quindi scegliere con accuratezza e senso ciò che abbiamo da dire.

f1 2018 7

Torna in maniera ancora più completa tutta la parte relativa agli upgrade, con la possibilità di scegliere, tramite la sezione di ricerca e sviluppo, dove migliorare la nostra vettura; anche in questo caso una scelta sbagliata può compromettere delle gare se non addirittura l'intera stagione. Lo sviluppo è stato reso, tuttavia, più veloce rispetto a quello che abbiamo avuto modo di vedere nella versione 2017, questo per rendere la modalità carriera più dinamica, veloce e meno frustrante. La sua dinamicità influisce persino sulle regole, che cambiano nel corso della nostra avventura e che quindi potrebbero impedirci di utilizzare o meno determinati upgrade acquisiti.

f1 2018 3

Tutta la componente pre-gara è rimasta inalterata, ancora presenti le qualifiche, la possibilità di testare la vettura in giri di prova e decidere la strategia da adottare in gara: dalle gomme da usare a quando decidere di effettuare i pit stop.

Un nuovo modo di vivere le gare

Senza dubbio il focus sulla carriera è palpabile, ma Codemasters non si è ridotta a quello, ma bensì ha cercato di dare importanza ad ogni aspetto dal gioco, in particolar modo sulla fisica e sull'aspetto estetico generale. Le gare in notturna e sotto la pioggia sono ancora presenti, ma ad aggiungersi sono situazioni in presenza di nebbia o foschia, un nuovo effetto atmosferico che riduce la visibilità nelle curve e nei sorpassi e che richiede una certa attenzione in più durante un Gran Premio, migliorato anche il sistema che riproduce polvere ed effetti particellari. Essendo a tutti gli effetti un titolo simulativo -ma che strizza l'occhio anche ai non esperti del genere, grazie a una moltitudine di opzioni di scalabilità-, c'è stato anche un grandissimo lavoro su fisica e pannello di gestione della vettura durante la gara.  Il team si è concentrato in particolar modo su sospensioni e chassis, per rendere più vero il comportamento della vettura su cordoli e curve, soprattutto con il volante i miglioramenti si percepiscono e rendono l'esperienza ancora più realistica. Per quanto riguarda la gestione durante una corsa, il giocatore può verificare tutta la parte relativa alla temperatura – grazie al modello Tyre Carcass – e amministrare il sistema di recupero energia. Il nuovo sistema Halo è presente, ma c'è la possibilità di rimuovere la parte centrale per riuscire a gareggiare anche con la telecamera interna, che altrimenti sarebbe coperta, causando non poche problematiche alla guida.

1

Non finisce qua; sono stati aggiunti due circuiti: Paul Ricard e il ritorno di Hockenheim, 4 nuovi piloti ufficiali di F1 e tante nuove vetture classiche, come ad esempio: la Ferrari 1976 312 T2, la Ferrari del 1979 312 T4 o la Lotus 1972 72D. 

f1 2018 4

Per gli amanti del multiplayer sarà presente nel gioco completo un nuovo sistema di matchmaking per le classificate che tiene conto dello skill rating e del safety rating e che crea in parallelo una carriera basata unicamente sul gioco online. Una beta è comunque in dirittura d'arrivo, utile come bug test e per ricevere feedback da parte dell'utenza.

Conclusioni

Questa prova su pista di Formula 1 2018 ci ha soddisfatti appieno, confermando la crescita qualitativa di anno in anno di Codemasters. Una carriera profonda e realistica, un gameplay adatto a chiunque e le nuove aggiunte come i nuovi circuiti, i nuovi piloti e le nuove vetture, ci hanno dato l'idea di un titolo corposo e che sicuramente non deluderà i fan della Formula 1. Ancora da valutare con attenzione l'intelligenza artificiale e la progressione della carriera nel tempo, impossibili da giudicare in mezzora. Non vediamo l'ora di testare con più attenzione il gioco durante l'attesa beta e di scoprire il prodotto nella sua forma finale, che ricordiamo sarà disponibile il prossimo 24 agosto 2018 su Xbox One, Playstation 4 e PC, ma per ora il nostro unico pensiero è quello di scendere nuovamente in pista, pronti a sfrecciare verso la vittoria.

Tom's Consiglia

Nell'attesa di Formula 1 2018, puoi provare un altro titolo di Codemasters: OnRush, acquistabile su Amazon!