PlayStation

PS5: architettura RDNA3 suggerita da un leaker, ma Digital Foundry smonta tutto

PS5 e Xbox Series X sono sempre più vicine e le due società si stanno preparando a nuove presentazioni. Questo ovviamente non significa che il “lavoro” dei leaker sia terminato, tutt’altro. Di recente, il noto Tidux si è espresso sulla console di casa Sony, come suo solito, parlando di una presunta presenza di un’architettura RDNA3 all’interno della console. Una novità incredibile, se confermata, ma a bloccare il tutto sul nascere ci ha pensato Alexander Battaglia di Digital Foundry.

L’esperto ha commentato il tweet di Tidux senza moderare i termini; ecco le sue parole, in traduzione: “RDNA 3? Eh? Feature aggiuntive? Di quali follie si sta parlando da queste parti?”. Battaglia non ha quindi alcun dubbio a riguardo e ha subito bollato il rumor come un’invenzione senza capo né coda: non possiamo dargli torto, lo ammettiamo.

PS5, come ben sappiamo, ha ancora molto da mostrare ed è più che possibile che Sony non abbiamo ancora detto tutto sulle funzioni della console, ma un’architettura RDNA3 è da escludere. Non è invece impossibile che il Variable Rate Shading sia parte della proposta della macchina da gioco giapponese. Per ora Sony non ha annunciato nulla a riguardo; solo Microsoft ha dato una conferma in tal senso.

In termini di feature esclusive, già sappiamo che il DualSense supporterà il feedback aptico (che sostituirà la classica vibrazione del DualShock 4) e i grilletti adattivi, ovvero L2 ed R2 programmabili e in grado di resistere alla pressione del dito in modo variabile, per restituire sensazioni diverse a seconda dell’azione eseguita in-game. Inoltre, degli sviluppatori hanno parlato del Tempest Engine, che pare alleggerirà il carico di lavoro della GPU.

Infine, avete già visto questi video con grafica iper-realistica realizzati con Unreal Engine 4? È questo il futuro dei videogame?

In attesa di PS5, possiamo divertirci con PlayStation 4: la trovate su Amazon.