PlayStation

PS5, il co-director di The Last of Us 2 commenta il SSD: “Il più grande salto di qualità della mia carriera”

Dopo la presentazione di Mark Cerny. PS5 da un lato ha avuto un certo numero di critiche da parte del pubblico , ma dall’altro sembra avere invece aumentato di gran lunga gli attestati di stima da parte della comunità degli sviluppatori. In molti nelle ultime ore si sono espressi a favore delle scelte in termini di design dell’hardware della console e in particolare sulle possibilità offerte dal SSD e dalla velocità di scambio dei dati.

Dopo la presentazione è intervenuto anche Kurt Margenau di Naughty Dog e co-game director di The Last of Us Part II. Lo sviluppatore su Twitter ha commentato: «Sono ancora sorpreso per le specifiche del SSD di #PS5. Davvero, penso che le persone non riescono a immaginare che salto di qualità si potrà fare nel game design, sopratutto con gli studi first party che non sono vincolati a sviluppare titoli al minimo comune denominatore. Di gran lunga il più importante salto di qualità della mia carriera. Non vedo l’ora». Certo, Naughty Dog è sempre uno studio first-party di Sony ma apprezzamenti sul SSD di PS5 sono arrivati anche da “insospettabili”.

Playstation 5

Tralasciando qualsiasi spirito di parte (PS5 monta processori AMD), l’ingegnere grafico di Intel Dietmar Suoch, esperto nelle criticità di bottleneck e nell’0ttimizzazione di CPU e GPU, ha spezzato una lancia in favore di Sony: «Sembra che Sony abbia compiuto delle scelte molto intelligenti e ragionevoli sull’architettura di PS5. I miglioramenti sul fronte del SSD sono impressionanti e attesi da tempo. I miglioramenti su CPU e GPU sono importanti ma prevedibili. Quello che non vedo l’ora di vedere è ciò che sarà possibile fare con il nuovo motore audio!». Il messaggio ha ottenuto apprezzamenti da sviluppatori di Guerilla, Electronic Arts, Monolith Productions e Ubisoft.

Insomma, probabilmente Sony dovrà fare qualcosa in più nei prossimi mesi per far capire al pubblico quali saranno i reali vantaggi del proprio SSD personalizzato, considerato anche che sulla carta le specifiche tecniche delle altre componenti sono un po’ inferiori a Xbox Series X. L’unico modo però sarà quello di presentare i risultati, ovvero i giochi, per dare un’idea più chiara anche a chi giustamente non ha un background tecnico, delle reali potenzialità della PS5.

The Last of Us 2 si può già prenotare su Amazon a questo indirizzo.