PlayStation

PS5, Series X|S e GPU saranno introvabili ancora per molto

La crisi mondiale dei microchip che ha impattato a partire dal 2020 tutta la filiera produttiva e distributiva di GPU e console come PS5 e Series X|S non accenna a dare tregua. Secondo l’azienda giapponese Toshiba e la testata Bloomberg la situazione continuerà a persistere per ancora un anno, il che significa che vedremo la luce in fondo al tunnel solo nel 2023.

Per Toshiba la domanda e la carenza di materiale non riusciranno ad allinearsi nel breve termine. Uno dei direttori dell’azienda, Takeshi Kamebuchi, ha riferito le seguenti parole a Bloomberg: La fornitura di chip rimarrà molto esigua almeno fino a settembre del prossimo anno. In alcuni casi potemmo trovare alcuni clienti non completamente serviti fino al 2023“. La pandemia ha rallentato la produzione e la distribuzione di queste componenti, come ha spiegato il Wall Street Journal nei giorni scorsi. Purtroppo le aziende che producono tali chip sono poche dato che fonderie per questo tipo di prodotti sono molto costose da allestire e hanno bisogno di parecchio tempo prima di essere completamente operative.

L’impatto che la carenza di chip sta avendo nel mondo è trasversale: a essere colpiti sono tutti i settori che si occupano di elettronica, inclusi i videogiochi. Sony aveva riferito negli scorsi mesi che poteva vendere 14.8 milioni di PS5 nel corso del 2021, ma Bloomberg nel suo report sottolinea come la produzione di PS5 sia in netto ritardo rispetto a quella di PS4 nello stesso periodo di lancio. Anche Nintendo potrebbe avere problemi dopo il lancio di Nintendo Switch OLED, il nuovo modello della console ibrida che verrà rilasciato ufficialmente l’8 ottobre assieme a Metroid Dread. Sugli stessi binari viaggi anche Microsoft, che già con il programma Xbox All Access, di cui vi abbiamo parlato in questo articolo, prevede di distribuire la maggior parte delle console in ritardo. Per non parlare delle GPU, vessate anche dai minatori di criptovalute.

Anche Kamebuchi di Toshiba ha ribadito quanto la situazione sia difficile per tutti i produttori di console: “Noi consideriamo quale cliente sta affrontando la situazione più grave, come il rischi che l’intera catena produttiva si fermi o che il business venga cancellato senza la fornitura di chip. I produttori di console da gaming sono tra i clienti che fanno le richieste più grandi, e sono sinceramente dispiaciuto per la loro frustrazione perché nessuno di loro è soddisfatto al 100%“.

Pre-ordina Metroid Dread da Amazon seguendo questo link.