PlayStation

PS5: l’SSD non rivoluzionerà gli open world, stando a Digital Foundry

Dopo all’incirca una settimana dall’annuncio delle specifiche tecniche di PlayStation 5, Digital Foundry torna a parlare di uno dei punti focali trattato da Mark Cerny durante la trasmissione che Sony ha mandato in onda qualche giorno fa. Dopo aver dichiarato che c’è ancora molto da scoprire riguardo PS5, la redazione di Digital Foundry approfondisce l’argomento SSD. Quest’ultima sarà una delle funzionalità più importanti della nuova console Sony.

In un recente post pubblicato sul forum di ResetEra,Alexander Battaglia, il produttore dei contenuti di Digital Foundry ha commentato l’SSD di PS5, evidenziando come i prossimi open world non verranno rivoluzionati come in tanti credono, poiché i dati estratti dall’SSD sarebbero dati statici e i gli open world vanno ad aumentare i dettagli e la varietà del mondo di gioco attraverso metodi procedurali.

PS5 PlayStation 5 Logo nero

“L’ho già scritto altrove, ma le persone che dicono che l’SSD consentirà ai giochi open world un aspetto completamente diverso non ha molto senso in base a ciò che sappiamo riguardo allo sviluppo del mondo aperto. Tutti i dati estratti dall’SSD sarebbero dati statici, completamente immutabili. Ciò significherebbe avere dei dati perfettamente predefiniti, che è l’esatta metodologia opposta di come vengono sviluppati i moderni giochi open world” ha dichiarato Alexander Battaglia.

C’è da dire che da quando sono state finalmente annunciate le specifiche ufficiali di PlayStation 5 e Xbox Series X, sono state già molte le discussioni che hanno messo sul tavolo le architetture delle due console next gen di Sony e Microsoft. Cosa ne pensate delle recenti dichiarazioni di Alexander Battaglia riguardo gli SSD e gli open world di prossima generazione? 

Nell’attesa dell’uscita di PS5, potete acquistare PlayStation 4 Pro su Amazon a questo indirizzo.