Tom's Hardware Italia
Giochi PC

Recensione Assassin’s Creed Origins – The Hidden Ones

Ubisoft ha finalmente pubblicato il DLC The Hidden Ones, Gli Occulti, per Assassin's Creed Origins. Pronti a tornare nell'Antico Egitto con Bayek?

Assassin's Creed Origins – The Hidden Ones

 

Bayek è chiamato a difendere la popolazione del Sinai dall'invasione romana. A capo degli Occulti, continua quindi l'avventura che ha dato origine alla Confraternita degli Assassini.

Assassin's Creed Origins - The Hidden Ones


Dopo qualche mese dalla nostra recensione di Assassin's Creed Origins, siamo tornati nell'Egitto virtuale di Ubisoft per giocare a The Hidden Ones, Gli Occulti in italiano, il primo contenuto scaricabile per il gioco.

Ancora un volta non possiamo che ritenerci soddisfatti della qualità generale ottenuta da un hardware ormai modesto come quello della PlayStation 4 che abbiamo usato nella nostra prova. La nuova regione del Sinai offre dei fantastici panorami ed esplorarla mentre seguivamo le missioni principali è stato un piacere.

Ma andiamo con ordine e cerchiamo di capire se questo DLC, acquistabile singolarmente per 9,99 euro o direttamente come parte del season pass, riesce a confermare l'ottimo passo avanti della serie.

Assassin's Creed® Origins 20180124181040

Bayek, la cui sete di vendetta per la morte del figlio sembra essersi ormai placata, è diventato la figura di spicco degli Occulti egiziani, ma la minaccia dell'Ordine degli Antichi è ancora viva e quattro anni dopo gli eventi principali dobbiamo combatterla in una nuova regione.

L'accesso al DLC, nonostante la discrepanza temporale, avviene attraverso l'Atlante, una macromappa che consente di teletrasportarsi fra l'Egitto, il Sinai e la Valle dai Re – quest'ultima sarà accessibile una volta pubblicato il secondo e ultimo contenuto scaricabile.

Non dovete preoccuparvi di eventuali missioni lasciate in sospeso, si può tornare indietro in qualsiasi momento, mantenendo l'esperienza e l'equipaggiamento guadagnato nel frattempo. È una soluzione apprezzabile, che si piega a favore del gameplay e non impone nessuna limitazione al giocatore su come affrontare la nuova avventura.

Assassin's Creed® Origins 20180124203146

L'occupazione romana del Sinai porta con sé anche un nuovo level cap incrementato di 5 punti. Ecco perché è bene muoversi verso le nuove terre solo quando si è vicini al livello 40. Se avete selezionato la difficoltà Incubo e attivato il bilanciamento dei nemici, che aumenta la forza degli avversari uniformandola alla vostra, avrete bisogno di abilità ed equipaggiamento di alto livello per riuscire ad avanzare.

I giocatori più esperti non avranno comunque problemi, se non qualche morte dovuta a distrazione o a troppi nemici da affrontare conteporaneamente. Da questo punto di vista le meccaniche di gioco sono rimaste immutate: obiettivi da eliminare e accampamenti da ripulire sono infatti il fulcro di tutta l'avventura del DLC, che può essere riassunta con la frase "more of the same".

Se avete apprezzato Assassin's Creed Origins allora ritroverete anche in The Hidden Ones gli stessi pregi e difetti. La breve storia principale, completabile in un pomeriggio, è affiancata da svariate missioni e attività secondarie che, oltre a farvi esplorare la nuova regione, aumentano la longevità a una quindicina di ore.

Assassin's Creed® Origins 20180124210057
Qualche bug non può mancare: la pedana è rimasta qualche centimetro troppo in alto…

Il Sinai è un bel posto da visitare e, nonostante la mappa non sia particolarmente vasta, si sviluppa maggiormente in verticale per via della conformazione montuosa. A voler essere pignoli le montagne paiono più un riempitivo, dato che sono perlopiù prive di vita e attività, e delle quattro regioni in cui è divisa l'area di gioco, due si possono anche non considerare poiché si tratta del Mar Rosso e di una vasta area desertica a sud della mappa. Però, sono altresì presenti zone altamente sceniche con templi e piramidi, che meritano una foto scattata con l'apposita modalità del gioco.

Assassin's Creed® Origins 20180124191321

Per quanto riguarda la trama in sé, non ci aspettavamo particolari colpi di scena e così è stato. Tuttavia, se per Origins ci eravamo lamentati dell'assenza di un maggiore approfondimento sulle origini della Confraternita, stavolta si nota l'inizio della trasformazione degli Occulti negli Assassini, con qualche spiegazione in più sugli elementi caratterizzanti del credo.

Per il resto, siamo chiamati a uccidere un nuovo gruppo di nemici che con la forza di Roma minaccia gli abitanti del Sinai. Assassinii per la verità molto semplici, nonostante ci spingano a infiltrarci anche in un'enorme roccaforte, e che si concludono con un'unica boss fight finale non particolarmente divertente visto che l'abbiamo affrontata girando intorno e abusando dell'attacco in salto dall'alto.

Conclusioni

La storia narrata, pur non brillando per originalità, fa il suo dovere e ci spinge a esplorare l'intera regione, mentre tutte le attività collaterali incrementano il tempo di gioco e ci consentono di ottenere nuove armi, armature e cavalcature esclusive.

Assassin's Creed® Origins 20180125195548

Nel complesso, gli Occulti è un buon DLC per Assassin's Creed Origins. Non stravolge o modifica nulla del gameplay, ma semplicemente offre la possibilità di fare nuovamente le stesse cose che già si svolgono nel gioco base. Se ciò vi piace, allora questo contenuto scaricabile è un acquisto più che consigliato, soprattutto in virtù del prezzo non particolarmente alto.


Tom's Consiglia

Assassin's Creed Origins è disponibile per PC su Humble Bundle e per PS4 e Xbox One su Amazon.