Tom's Hardware Italia Tom's Hardware
Giochi PC

Recensione Kingdom Come: Deliverance – From the Ashes

Kingdom Come: Deliverance – From the Ashes

dsadadas
Sviluppatore: Warhorse Studios
Editore: Warhorse Studios
Data di uscita: 05/07/2018
Provato su: PC
Disponibile su:  ps4 xbox One pc

acquista

Il gioco di ruolo storico Kingdom Come: Deliverance si amplia con il primo contenuto scaricabile From the Ashes, che consente al buon Henry non solo di costruire la propria casa ma anche un intero villaggio tutt'intorno. Per ulteriori informazioni sul titolo vi rimandiamo invece all'esaustiva recensione a cura di Francesco Dellagiacoma, mentre ora ci occupiamo nel dettaglio di questo DLC, venduto a 9,99 euro.

La spesa non è particolarmente elevata, anche se negli anni in questa fascia di prezzo abbiamo visto contenuti davvero corposi, come l'espansione Hearts of Stone per The Witcher 3. Purtroppo, a seconda della progressione già raggiunta, From the Ashes può occupare il vostro tempo per appena un'ora fino a qualche decina. Tutto dipende da quanto è gonfio il vostro portafoglio.

Pribyslawitz è un villaggio abbandonato per gran parte della storia principale e dopo averlo finalmente liberato dai banditi che lo utilizzavano come base, Sir Divish ci proclama balivo dello stesso col compito di riportare quell'area allo splendore, naturalmente pagando di tasca nostra i costi della ricostruzione. L'introduzione del DLC regala alcune gradevoli cutscene al nostro arrivo all'insediamento, quando non c'è altro che un vasto spazio vuoto, e ogni volta che terminiamo una costruzione. In pratica  è sufficiente interagire col libro mastro – ricordatevi di imparare a leggere – del municipio, selezionare quale lavoro da far svolgere e il nuovo edificio appare automaticamente nell'area in cui deve sorgere.

20180709155008 1

20180710141008 1

20180710141155 1

Non c'è molta scelta e, anzi, non è possibile costruire tutte le dodici strutture disponibili. Una volta completati i lavori si possono comunque applicare delle migliorie volte ad aumentare gli introiti del villaggio e a fornire ad Henry utili strumenti. L'essicatoio o l'affumicatoio consentono di trattare immediatamente il nostro cibo per conservarlo a lungo e si può posizionare un tavolo dell'alchimia con annesso giardino nel municipio – che funge anche da abitazione. Pure in questo caso, scegliere un potenziamento rende però inaccessibile l'altro. Ci ha abbastanza irritato che il fabbro possa essere specializzato solo come armaiolo o corazzaio: sarebbe stato utile avere entrambi a breve distanza per acquistare, vendere e riparare armi e corazze.

All'inizio potrebbe intimorire l'evitare di avere i conti in rosso ma la facile gestione del denaro ci porta velocemente in attivo non appena costruiamo un paio di attività commerciali. Bisogna però seguire un'ordine nell'edificazione e rispettare i requisiti richiesti: oltre ai groschen necessari, dobbiamo infatti garantire la presenza delle strutture di base e l'afflusso di risorse al villaggio. Quest'ultima è una procedura molto banale e da completare una sola volta. Basta parlare con alcune persone negli altri villaggi per sottoscrivere un rifornimeto giornaliero che va però ad incidere sulle spese dell'insediamento. Ad esempio, per costruire il macello è necessario avere un mercante che si occupi di trasportare il bestiame fino a Pribyslawitz. È un processo automatico e, se il bilancio è positivo, il villaggio genera moneta sonante di cui possiamo disporre come meglio crediamo – arrivati a questo punto è sufficiente abusare dell'avanzamento rapido del tempo per racimolare rapidamente il denaro che serve a completare ogni opera. È inoltre possibile aumentare il gettito fiscale convincendo alcune esperte figure professionali a trasferirsi nel nostro insediamento, ma aspettatevi una risposta negativa se in passato avete fatto loro un torto.

20180710170509 1

20180710171819 1

20180710133721 1

Per cercare di rendere l'esperienza più interessante e non farci sembrare solo un fattorino da mandare in giro e finanziatore da sfruttare, il compito di balivo ci permette di risolvere le dispute del villaggio. È un momento simpatico in cui decidere la sorte degli abitanti e i regolamenti del villaggio, tuttavia è privo di qualsiasi profondità: se due persone litigano dobbiamo prendere una decisione basandoci solo sulle loro parole, quando invece tali momenti potevano essere lo spunto per qualche missione secondaria o attività. Invece ciò che scegliamo, a volte, ha solo un impatto in negativo o positivo sulle finanze del villaggio e nessun'altra ripercussione. È ovvio che sia conveniente non prendere la decisione più equa ma quella più remunerativa.

From the Ashes rispetta però le premesse. Pribyslawitz è un bel villaggio una volta completo, nonché un'ottima base con sufficienti servizi9,99 euro è però un prezzo troppo elevato rispetto ai reali contenuti introdotti, per questo non ci sentiamo di consigliarvi pienamente l'acquisto. Se apprezzate veramente Kingdom Come: Deliverance non sarete delusi da questo DLC ma non ne rimarrete nemmeno entusiasti.

Kingdom Come: Deliverance – From the AshesPC

PRO – Finalmente potete avere una degna dimora.
–  Pribyslawitz diventa un bel villaggio, una volta completati i lavori.
CONTRO– Costoso
– Attività da svolgere ridotte all'osso.
– Chi ha già molti groschen terminerà il DLC in brevissimo tempo.
VERDETTOFrom the Ashes non è il contenuto scaricabile che ci saremmo aspettati da Warhorse Studios. Rispetta quanto pubblicizzato ma le novità introdotte non giustificano il prezzo di vendita e sono totalmente ignorabili. I fan di Kingdom Come: Deliverance più sfegatati potrebbero comunque acquistare e apprezzare il DLC, più che altro per supportare gli autori di questo gioco di ruolo, altrimenti meglio aspettare la prossima espansione a pagamento.
5,5

Tom's Consiglia

Kingdom Come: Deliverance è disponibile su PlayStation 4, Xbox One e PC. Potete acquistarlo in versione fisica su Amazon.