Nintendo Switch

Recensione The Legend of Zelda Breath of the Wild

Pagina 1: Recensione The Legend of Zelda Breath of the Wild

In queste settimane potreste aver udito innumerevoli appassionati e addetti ai lavori intenti a lodare l'ultimo gioco di Nintendo dedicato a uno degli eroi preferiti di tutti i tempi. Cerchiamo di essere chiari fin dall'inizio: The Legend of Zelda Breath of the Wild è un tipo di gioco che arriva una sola volta in una generazione.

Questo titolo è contraddistinto da uno stile artistico con lo stesso charme e scintillio dei classici realizzati dalla Disney. Il gameplay è molto più profondo e complesso rispetto a tutti i videogiochi dello stesso franchise e il gigantesco mondo di gioco open-world, arricchito da enigmatici puzzle, contiene una tonnellata di elementi da scoprire. 

2017030922234200 F1C11A22FAEE3B82F21B330E1B786A39

Un mondo familiare con nuove regole

Come nei precedenti titoli, Breath of the Wild inizia con il risveglio di Link nel momento in cui c'è più bisogno di un eroe. Dopo un breve saluto con un misterioso vecchietto, il nostro eroe inizia a esplorare un mondo difficoltoso e al contempo incredibilmente stupendo. Lungo il cammino, egli prende confidenza con tutti gli equipaggiamenti – spade, scudi e archi.

Gli strumenti, a differenza di tutte le altre produzioni dedicate a Zelda, hanno una durata specifica. Gli armamenti possono quindi rompersi nel mezzo di una battaglia. Questo particolare aumenta significativamente la pericolosità del sistema di combattimento e la vulnerabilità del nostro beniamino. A tutto questo bisogna aggiungere le insidie ambientali – come pozze di fango mortale e scogliere scoscese – che rendono il gioco pieno di insidie. 

2017030918422200 F1C11A22FAEE3B82F21B330E1B786A39

Una caratteristica peculiare di Breath of the Wild è il gran numero di metodi per oltrepassare e superare qualsiasi ostacolo. Il caro Link infatti può sfruttare i grossi massi per schiacciare tonnellate di Boblin oppure lanciare una freccia infuocata per innescare i barili infiammabili in un accampamento nemico. Può inoltre abbattere gli alberi per attraversare un burrone, utilizzare lo scudo come uno snowboard per scendere da una montagna innevata e molto altro ancora.

Il sistema di combattimento è molto articolato, i comandi di gioco non sono semplici da apprendere per via delle grande varietà di armi presenti. Inoltre, la difficoltà accresce anche a causa dei tempi di risposta troppo lenti di alcune combo. Nonostante questo, il gioco premia la curiosità di esplorare ogni singolo angolo della mappa e il nostro personaggio si risveglia sempre molto vicino alla propria tomba in caso di morte – e morirete quasi sicuramente.

Così tanto da fare e da esplorare

Hyrule comprende innumerevoli attività da completare e gli sviluppatori hanno svolto un lavoro grandioso nel creare un mondo completamente malleabile e dinamico. La possibilità di cucinare è la prima novità rispetto ai vecchi capitoli e consente di preparare pietanze partendo da semplici ingredienti e mangiarle per migliorare temporaneamente certi attributi, come il vigore. Allo stesso modo sono presenti magie inedite tra cui la runa del magnetismo, che permette di spostare oggetti metallici in qualunque posizione. 

Breath of the Wild, nonostante i numerosi cambiamenti rispetto al passato, ha lo stesso cuore pulsante dei vecchi capitoli. Il nostro obiettivo è quello di salvare il regno di Hyrule e la principessa Zelda; per compiere questa impresa è necessario aumentare le proprie statistiche risolvendo gli enigmi dei santuari sparsi per tutto il mondo. 

2017030921075400 F1C11A22FAEE3B82F21B330E1B786A39

Per scovare tutti i segreti di Hyrule sono necessari lunghi spostamenti e gli sviluppatori hanno intregato in maniera eccellente la possibilità di spostarsi a cavallo. La fisica segna uno dei punti più alti di questa produzione e, se non siete tradizionalisti, potete planare con la paravela che si rivela un'utile strumento, ma consuma molto velocemente la barra del vigore

Dopo che vi siete stancati di perdere tempo acchiappando farfalle e collezionando funghi, dozzine di altre di attività necessitano la vostra attenzione – come le missioni secondarie. La narrazione di questo titolo viene raccontata pezzo per pezzo: parte lento, tanto da farvi perdere la voglia di continuare ma, al momento giusto, inizia a infuocare i vostri cuori tanto da far apparire blandi i vecchi Zelda.

2017030822092600 F1C11A22FAEE3B82F21B330E1B786A39

Uno dei pochissimi problemi riscontrati durante la nostra prova è lo schema per il controllo dell'equipaggiamento, troppo scomodo – anche dopo innumerevoli ore trascorsa  a girovagare nelle lande di Hyrule –  e con vari comandi extra dalla dubbia utilità.