Tom's Hardware Italia
Giochi PC

Recensione World of Warcraft: Battle for Azeroth

World of Warcraft: Battle for Azeroth Sviluppatore: Blizzard Editore: Blizzard Data di uscita: 14 agosto 2018 Provato su: PC, GTX 1080, i5 6600k, 16 GB RAM Disponibile su:  pc acquista In queste calde giornate d'agosto ci siamo seduti al PC e, con pazienza, abbiamo attraversato passo dopo passo le nuove regioni di Zandalar e Kul Tiras, raccogliendo esperienza fino […]

World of Warcraft: Battle for Azeroth

World of Warcraft Battle for Azeroth Box Shot
Sviluppatore: Blizzard
Editore: Blizzard
Data di uscita: 14 agosto 2018
Provato su: PC, GTX 1080, i5 6600k, 16 GB RAM
Disponibile su:  pc

acquista

In queste calde giornate d'agosto ci siamo seduti al PC e, con pazienza, abbiamo attraversato passo dopo passo le nuove regioni di Zandalar e Kul Tiras, raccogliendo esperienza fino ad arrivare al nuovo level-cap, e affrontando ogni dungeon per scoprire tutti i segreti della nuova espansione forgiata da Blizzard. Battle for Azeroth è disponibile dal 14 agosto, e ora possiamo finalmente raccontarvi tutto quello che pensiamo dell'ultimo capitolo del leggendario MMORPG World of Warcraft.
World of Warcraft Battle for Azeroth Key Art 2 Orc v Human

Prima di poter cominciare, c'è da fare però una premessa: in un MMORPG, e soprattutto in un MMORPG come WoW (ma altri titoli ci hanno insegnato la stessa cosa), la vera sfida non è quella sui 100 metri, ma la chilometrica maratona che ci attende nei prossimi mesi. Il titolo Blizzard infatti dovrà soddisfare le aspettative dei giocatori in termini di contenuti per almeno un paio d'anni. Il voto che troverete quindi a fine recensione include solo e solamente l'esperienza delle prime settimane. Per il resto, cercheremo ovviamente di tenervi aggiornati con ulteriori articoli: detto questo possiamo immergerci completamente nella guerra per Azeroth!

La guerra non cambia mai, e cambia moltissimo

WoW Battle for Azeroth Freehold 01 png jpgcopy
WoW Battle for Azeroth Atal Dazar 01 png jpgcopy
WoW Battle for Azeroth Drustvar 01 png jpgcopy
Le immagini, a volte, valgono più delle parole.

La nuova storia di Battle for Azeroth comincia a partire dagli eventi che hanno segnato la fine dell'espansione Legion: dopo che Sargeras conficca la sua spada sul pianeta, il sangue della stessa Azeroth comincia ad affiorare in superficie: la risorsa prende il nome di Azerite, ed è protagonista dell'espansione. Per contendersela, Orda ed Alleanza arrivano alla guerra. I più curiosi possono leggere di più in merito agli eventi che conducono a Battle for Azeroth in questo approfondimento.

Dopo il disastroso incendio di Teldrassil, le vicende si spostano nelle nuove regioni, e nel nostro caso su Zandalar, data la nostra (ed in particolare la mia) fedeltà all'Orda. In questa regione troviamo un incredibile mix di culture, dove l'Africa si scontra con il Medio-Oriente, proponendo al giocatore un mondo di gioco lussureggiante, dal design stupendo e soprattutto molto pericoloso. Almeno dalle prime battute, la trama di BfA pare prendere una piega interessante, coinvolgendo anche giocatori che solitamente tenendono a non leggere nulla, avendo come obiettivo il solo salire di livello più in fretta possibile.

WoW Battle for Azeroth Nazmir 02 png jpgcopy

Il nuovo level-cap si alza da 110 a 120, ed al giocatore, come in Legion, viene concesso di scegliere in quale ordine affrontare le tre nuove zone in cui sono divisi Zandalar e Kul Tiras. Come sempre il salire di livello è solamente l'inizio, e la progressione in questo caso risulta molto rapida , anche più dell'espansione precedente: già dopo aver completato due zone  su trem saremo quasi a livello massimo, impresa che si può compiere comodamente in una quindicina di ore. Una volta fatto questo, come da tradizione, avremo la libertà più assoluta: quest globali, dungeon, spedizioni e chi più ne ha più ne metta. Battle for Azeroth presenta una marea di contenuti molto divertenti, e se non giocate un personaggio di entrambe le fazioni, il solo esplorare la regione avversaria e completarla vi richiederà moltissimo tempo.

Leggi anche: World of Warcraft: i primi giorni su Battle for Azeroth

Andiamo però con ordine parlando, dopo la trama, proprio dell'ambientazione di Battle for Azeroth. Come già detto essa è particolarmente ispirata, soprattutto nella parte di Zandalar. Paludi, deserti, jungle tropicali, ma anche regioni montuose e baie piratesche: le due isole offrono panorami stupendi, ma non finisce assolutamente qui. Una delle cose più belle di questa espansione è la varietà nel design dei dungeon, che dopo quelli di Legion sono una decisa ventata d'aria fresca. In questo caso dire che non vedo l'ora di poter ammirare anche i raid non rende l'idea di quanto piacevoli siano visivamente le istanze create da Blizzard. Oltre a questo anche il design dei nuovi personaggi è – come sempre del resto – molto ben curato.

Il nuovo e il vecchio

WoW Battle for Azeroth Zandalar 02
WoW Battle for Azeroth Zandalar 03

Legion segna l'addio ad uno degli elementi che più mi sono piaciuti nella storia recente di World of Warcraft: le Artifact Weapon, armi leggendarie da personalizzare e potenziare quasi al pari del proprio personaggio. Sacrificate per motivi legati alla trama, vengono sostituite da un medaglione di Azerite, che si potenzia assorbendo proprio questo elemento. Questo medaglione è legato a dei particolari pezzi d'equipaggiamento forgiati proprio in Azerite, essi presentano vari poteri passivi, che possono essere sbloccati solamente raggiungendo un determinato livello del medaglione stesso. 

Un esempio pratico: abbiamo dei guanti con tre poteri, che si sbloccano rispettivamente a livello 10, 14 e 17 del nostro medaglione. Se i primi 10 livelli scorrono in maniera relativamente veloce, dall'uncidesimo in poi dovremo sudare un bel po' per potenziare il nostro medaglione. La combinazione dei vari pezzi d'equipaggiamento d'Azerite da vita a una buona personalizzazione, che risulta un po' diversa – ma non per questo meno bella – di quella delle armi artefatto. L'unica nota negativa è che i poteri sono in questo caso sempre passivi, e dei tre (o più) sbloccati per ogni oggetto uno è sempre legato al semplice Item Level (statistica pura di un oggetto), e che risulta quindi non personalizzabile.

WoWScrnShot 081618 112833
Alcune location lasciano a bocca aperta

Novità di Battle for Azeroth sono le spedizioni, delle istanze di media durata dove saremo messi contro l'IA o i giocatori avversari, a seconda delle nostre preferenze, in una lotta all'ultimo sangue per raccogliere l'Azerite. In questo caso l'obiettivo è arrivare alla cifra stabilità prima dell'avversario, raccogliendo la preziosa risorsa tramite l'uccisione di mostri, l'estrazione mineraria o il completamento di brevissime – ma non per questo semplici – quest. In amore e guerra tutto è lecito, e uccidere gli avversari o sottrargli sotto gli occhi un giacimento mentre sono impegnati a combattere è una tattica assolutamente valida, e anzi consigliata. Pur essendo estremamente divertenti, le spedizioni non offrono al momento ricompense veramente degne, e possono essere sostituite dalle world quest, un miglioramento in questo senso le renderebbe interessanti anche sotto quest'ultimo punto di vista.

WoWScrnShot 081618 122032
WoW Battle for Azeroth Freehold 04 png jpgcopy
WoWScrnShot 081518 144210

Modifica importante al sistema di gioco di World of Warcraft è sicuramente la War Mode, opzione che permette ai giocatori di passare dalla modalità PvE a quella PvP (a patto di essere in una capitale). Attivando questa opzione potremo quindi decidere se passare il nostro tempo solamente "tra amici" o se dedicarci al combattimento attivo con la fazione avversaria.

Attivando la modalità War Mode saremo infatti in grado di attaccare ed essere attaccati dagli altri giocatori, sbloccando anche i talenti e le abilità esclusive del player versus player. Diamo quindi addio al server PvP e diamo il benvenuto ad un'opzione che ci permette tranquillamente di scegliere come vogliamo giocare, a seconda delle nostre preferenze. Unico neo della modalità è che, se l'abbiamo attiva, non potremo interagire con i giocatori che l'hanno disattivata e viceversa. Sarebbe in questo caso molto comodo un avviso a schermo quando si entra in un gruppo.

WoW Battle for Azeroth Nazmir 03 png jpgcopy

Le feature social si arricchiscono delle comunità, che funzionano sostanzialmente come gilde "un po' più libere", potremo infatti entrare in più comunità allo stesso tempo senza nessun problema. Oltre a questo la chat vocale del client Battle.net si integra con WoW, permettendoci di chiaccherare comodamente con i nostri amici senza utilizzare programmi esterni, qualora lo volessimo.

Parlando di gameplay, come già detto Battle for Azeroth soffre un po' l'assenza di nuove abilità e talenti per i personaggi, compensati solo in parte dall'introduzione dell'equipaggiamento di Azerite. Il puro e semplice "livellare" risulta divertente grazie ad una serie di quest che non si limitano nella varietà, proponendoci più volte scenari interessanti e modalità particolari. In questo senso anche se, dopo il recente Demon Hunter, aspettarsi una nuova classe sarebbe stato sciocco, l'introduzione di una razza diversa dalle allied races (versioni diverse di razze già esistenti) avrebbe giovato al titolo. Sì, stiamo parlando dei Vulpera, tenere e allo stesso tempo sanguinarie volpi che si aggirano nelle due nuove regioni.

Cosa aspettarsi dal nuovo mondo

WoW Battle for Azeroth Sylvanas tif jpgcopy

Come già ampiamente discusso, le nuove zone di gioco sono veramente stupende. Il design dei dungeon, sia a livello estetico che di gameplay, si mantiene allo stesso livello, proponendo strategie fresche e istanze divertenti, ma che risultano decisamente impegnative già al livello base della difficoltà mitica. 

La recitazione dei personaggi nelle scene più importanti è sempre più presente, e aiuta ad immergersi nella trama, fino a questo momento molto interessante e carica di colpi di scena. La colonna sonora, in questo senso, è decisamente lodevole. Un'ottima aggiunta che non possiamo fare a meno di premiare. 

Le novità ci sono, presenti nella War Mode e nelle spedizioni, così come negli equipaggiamenti di Azerite. In questo senso però non troviamo nulla di veramente incisivo (sarebbe bello che i Warfront, istanze da 20 persone a tema PvE, lo diventassero). Abbiamo quindi contenuti "freschi" che, pur risultando molto divertenti, non sono abbastanza incentivati per risultare fondamentali da giocare. Basterebbe, ad esempio nel caso delle spedizioni, dare le possibilità ai giocatori di mettersi in coda per giocarle direttamente dal pannello dedicato anche a dungeon e PvP, senza vederli costretti a recarsi personalmente sul posto nelle rispettive capitali.

WoW Battle for Azeroth Anduin tif jpgcopy

Ci troviamo quindi ad un Battle for Azeroth che propone un'ottima trama, un'ambientazione fantastica e dei divertentissimi contenuti end-game, ma con l'assenza di una novità centrale. Azerite, spedizioni e War Mode provano a compensare, ma non sempre ci riescono. Ovviamente l'espansione è ancora in fase embrionale, e solamente il tempo potrà dirci se l'ottimo lavoro fatto da Blizzard sarà adeguatamente supportato come fatto con Legion, ma dopo l'ottima esperienza della scorsa espansione, siamo molto fiduciosi che sarà così.

Consigliamo quindi, a coloro che hanno apprezzato Legion, di acquistare senza troppi pensieri Battle for Azeroth, che anche solamente con i contenuti disponibili al debutto, vale assolutamente il prezzo del biglietto. Qualcosa di migliorabile ovviamente c'è, ma le premesse sono ottime, e gettano le basi per quelli che speriamo possano essere almeno un paio di ottimi anni all'avventura in questo aggiornamento.

World of Warcraft: Battle for AzerothPC

PROAmbientazioni stupende; Dungeon complessi e divertenti; Trama intrigante e ben costruita; La War Mode è un'ottima novità; Gli oggetti di Azerite aggiungono profondità al titolo.
CONTRONessuna novità d'impatto; L'Azerite è interessante, ma rende meno delle Artifact Weapon; Warfront e Spedizioni migliorabili.
VERDETTOBattle for Azeroth getta delle ottime premesse, proponendo un inizio di espansione dalla trama intrigante e con un'ottima ambientazione. I nuovi dungeon, e in generale i contenuti, sono di ottimo livello. La War Mode è un cambiamento azzeccato, e l'Azerite un'introduzione interessante. Qualcosa da migliorare c'è, ma l'inizio è veramente spettacolare.
8,7

Tom's Consiglia

Potete acquistare Battle for Azeroth anche tramite le offerte di Amazon, combatterete per l'Orda o l'Alleanza?