PlayStation 4

Remedy “sarebbe capace di sviluppare un gioco di ruolo” secondo uno sviluppatore

Lo studio di sviluppo finlandese Remedy Entertainment si è costruito la propria fama attraverso titoli del calibro di Max Payne, Alan Wake, Quantum Break e Control, tutte esperienze fortemente incentrate sulla narrazione e sulla linearità. Sembra però che Remedy sia intenzionata ad uscire dalla propria comfort zone, sognando di proporre per la next gen un prodotto che si distanzi dalle passate produzioni.

In una recente sessione di domande e risposte su ResetEra, Sergey Mohov, game designer di Control, ha dichiarato su quale genere videoludico vorrebbe lavorare con un nuovo gioco. “Personalmente scegliere di fare un gioco di ruolo. Prima di tutto, perchè sono un grande fan dei giochi di ruolo. Sono cresciuto giocando a Baldur’s Gate, Planescape Torment, Arcanum, Fallout 2, Neverwinter Nights e li ho portati regolarmente alle riunioni. Penso che Remedy sarebbe davvero brava anche in questo genere”.

Secondo Mohov, uno dei più grandi pregi di Remedy è la capacità di creare dei mondi estremamente dettagliati, pieni di personaggi vari e pieni di diverse sfaccettature. Tutto ciò, secondo il game designer, si sposerebbe benissimo con un esperienza RPG. “Pensateci: costruiamo mondi dettagliati e strani, popolandoli con personaggi avvincenti e raccontando una storia attraverso il gameplay. Sembra un ottimo punto di partenza per un gioco di ruolo.”

Nonostante Control non sia riuscito a vendere troppo bene, Remedy si ritiene comunque soddisfatta, soprattutto perchè il gioco non ha comportato grosse spese per lo sviluppo; riuscendo comunque a portare delle entrate più che buone allo studio finlandese. Come ve lo immaginereste un gioco di ruolo sviluppato da Remedy Entertainment? Fatecelo sapere nella sezione dedicata ai commenti.

Se non vi siete ancora avventurati nei corridoi pieni di stranezze del Bureau of Control, potete recuperare subito acquistando l’ultima opera di Remedy su Amazon a questo indirizzo.