Giochi PC

Resident Evil 3 Remake: ecco la mod italiana che introduce il RayTracing

Dopo averci presentato la mod per Resident Evil 2 Remake, l’italianissimo MassiHancer ci informa che è disponibile, in tempo per il lancio, anche la mod per Resident Evil 3 Remake, il nuovo gioco di Capcom disponibile su PC, PlayStation 4 e Xbox One. MassiHancer spiega che, seguendo i desideri degli appassionati, ha lavorato maggiormente sull’apparato tecnico del gioco, senza modificare a livello artistico le decisioni degli sviluppatori originali. Cosa ha realizzato quindi?

Per iniziare, ha aggiunto effetti di Ray Tracing, correggendo e migliorando la pulizia dell’immagine della versione PC di Resident Evil 3 Remake: si tratta di una modifica molto utile per chiunque non possieda uno schermo con supporto nativo alla tecnologia HDR. Per realizzare la mod ha usato i soliti programmi, come Reshade, con combinazioni di effetti e tonemap. Ha lavorato, come già detto, sull’illuminazione, aggiungendo anche effetti cinematografici, oramai la sua firma distintiva. Esattamente come avvenuto con DOOM 2016 e Resident Evil 2 Remake, anche per questa mod ha optato per i nuovissimi “RT Shader” Beta per Reshade di “Pascal Glitcher”: il suo obbiettivo però era ottenere un effetto RTX ancora più credibile, quindi ha aggiunti alcuni shader personalizzati per potenziare gli effetti di illuminazione sia delle luci dirette sia di quelle indirete (ovvero la “Global Illumination”).

Nel video che potete vedere qui sopra, potete notare come tutti gli elementi del gioco sono stati migliorati: illuminazione, riflessi sulle superfici e sulle pozzanghere. Sono inoltre state aggiunte e migliorate le ombre di tutti gli oggetti, compresi i corpi degli zombie e di Jill Valentine, la protagonista: tale risultato è stato raggiunto tramite un miglioramento dell’ambient occlusion.

Aggiungiamo anche che è stato inserito un po’ di “color grading” per rendere i colorio più naturali e realistici. Inoltre, sono stati aggiunti il blur e un effetto di profondità di campo. Sempre seguendo i feedback del pubblico, MassiHancer ha inserito nel video di gameplay sia scene in terza persona che in prima (grazie alla moda di “Praydog”). Il risultato è quindi davvero molto simile a un ray tracing nativo. Quanto mostrato viene eseguito da una RTX 2080 Ti a 60 FPS, con rari cali nelle sezioni più complesse, e a risoluzione 4K. Cosa ne pensate del suo lavoro?

Potete acquistare Resident Evil 3 Remake su Amazon.