Tom's Hardware Italia
Giochi PC

RIOT, quando la guerriglia in piazza diventa un videogioco

Gli scontri tra manifestanti e polizia diventano un videogioco, con una particolare simulazione che arriverà a breve su PC

I videogiochi si sono spesso ispirati a conflitti bellici di ogni tipo, con sparatutto e strategici in tempo reale, ma ancora mancava all'appello una simulazione degli scontri tra polizia e manifestanti.

RIOT – Civil Unrest è l'idea di IV Productions, Merge Games e Leonard Menchiari. Si tratta di un simulatore in tempo reale di scontri di piazza che ricalcano alcuni dei conflitti civili realmente avvenuti in tutto il mondo.

Screenshot (18)

Ne avevamo parlato già nel 2013, ma da allora il progetto nato per dispositivi mobile e con una campagna di raccolta fondi, è cambiato molto fino a raggiungere il PC.

Infatti, RIOT prevede ben quattro campagne ispirate a scenari che abbiamo potuto seguire attraverso la cronaca: la protesta NoTav in Val Susa, Italia, in opposizione alla costruzione della linea ferroviaria ad alta velocità tra Torino e Lione; La Primavera Araba con le lotte contro il regime di Mubarak in Piazza Tahrir, Cairo, Egitto; Indignados, il movimento anti-austerity in Spagna; Keratea, la protesta popolare contro la costruzione forzata della discarica in un paese corrotto e sull'orlo della bancarotta, in Grecia.

Inoltre queste campagne saranno accompagnate da altri scenari singoli come ad esempio Roma Indignati, la protesta No MUOS in Sicilia, la rivolta degli operai Foxconn in Cina, Oakland e molti altri.

Screenshot (2)Screenshot (13)

L'autore di RIOT – Civil Unrest, Leonard Menchiari, spiega che il gioco non vuole affatto istigare alla violenza, anzi dice che seppur la rivolta sembri una soluzione valida a breve termine, questa porta poi all'inevitabile sconfitta, mentre la pazienza e la resistenza passiva restituiscono risultati molto più positivi.

La simulazione è in ogni caso politicamente neutrale, e i giocatori sono incoraggiati a giocare con entrambe le fazioni, sia come manifestanti che come polizia, per offrire un quadro completo e comprendere al meglio i fatti storici delle cronache odierne.

Dal punto di vista tecnico, Menchiari si è prodigato con uno stile in pixel-art, che però lascia ben poco all'immaginazione, riproducendo fedelmente persone e oggetti nei minimi dettagli. RIOT riesce a ricreare dei conflitti con più di mille persone contemporaneamente su schermo, ognuna dotata di una propria intelligenza artificiale e dei parametri tattici che la rendono importante all'interno degli scontri. Per esempio si può notare come la nostra Polizia di Stato disponga di uomini e mezzi specifici per l'ordine pubblico, quali operatori con scudo rettangolare, lanciatori di lacrimogeni e perfino l'idrante.

RIOT – Civil Unrest sarà pubblicato per PC, MAC, LINUX in Early Access su Steam tra pochi giorni, il 6 dicembre.