Altre Console

Sega Master System, gioco giapponese dell’87 sulla sicurezza stradale venduto per 4 mila euro

I collezionisti di videogiochi e di hardware d’annata come il Sega Master System o il Nintendo 8-bit hanno dimostrato di essere in grado di spendere cifre astronomiche per aggiudicarsi all’asta pezzi rari. Uno dei casi più recenti è quello della Nintendo PlayStation, uno dei prototipi realizzati durante la breve sperimentazione tra due società giapponese. Uno dei modelli arrivati sino ad oggi è stato venduto recentemente a un collezionista alla cifra di 360 mila dollari. Adesso una cartuccia vecchia di 33 anni per Sega Master System è stata scoperta da un gruppo di appassionati che sono riusciti ad aggiudicarsela all’asta e hanno anche tradotto il gioco in inglese.

Il titolo si chiama Game de Check! Koutsuu Anzen ed era stato sviluppato da Sega su commissione della Tokio Marine Nichido, una delle più grandi compagnie giapponesi di assicurazione. Secondo quanto riporta il sito inglese Eurogamer, soltanto 300 copie del gioco erano state realizzate: il titolo, infatti, non fu messo in vendita ma solo noleggiato a scuole ed associazioni. Quanto basta per rendere questo gioco una rarità. A metà tra un Frogger e Paperboy, il gioco aveva lo scopo di insegnare ai bambini le giuste norme sulla sicurezza stradale come non camminare sulle rotaie dei treni e le meno scontate giuste regole per la precedenza e i sensi di marcia.

SMS Power, un gruppo di collezionisti del sistema 8-bit di Sega, è riuscito ad aggiudicarsi la cartuccia per l’equivalente di circa 4.200 euro da un’asta giapponese nel dicembre scorso. Il gruppo si è così visto recuperare la cartuccia in una valigetta che conteneva anche un Sega Master System oltre a manualistica varia.

A quel punto il team ha voluto fare anche qualcosa di più, traducendo dal giapponese all’inglese il gioco: «Data l’importanza e la rarità del gioco, abbiamo deciso di creare una traduzione inglese per permettere a tutti i giocatori di apprezzare il titolo». SMS Power spiega che non è ancora chiaro cosa sia accaduto alle altre centinaia di cartucce e quanto effettivamente siano state diffuse tra scuole e associazioni.à «Non abbiamo conferme sul fatto che i fan di Sega abbiano visto questo gioco nel 1988. Il gioco infatti non era stato pubblicizzato tra i giocatori e il Master System in Giappone non fu particolarmente popolare, tra l’alto. È probabile che molte cartucce siano state inutilizzate, siano andate perse o distrutte» conclude SMS Power.

Assassin’s Creed Odyssey è l’ultimo capitolo della serie e lo trovate in sconto anche su Amazon.