PlayStation

Silent Hill: creatore lascia Sony, il ritorno dell’horror a rischio?

Silent Hill è una delle saghe Horror più amate dagli appassionati del gaming, nato nel 1999 per la prima console targata Sony, il titolo riuscì a rinnovare un genere che era in realtà piuttosto giovane, quello dei Survival Horror portato alla ribalta dalla saga dei Resident Evil, ponendo al centro però un approfondimento psicologico e che andava a toccare corde decisamente diverse e meno action. Quando fu annunciato 21 anni fa, molti gridarono al plagio, ma in poco tempo questo piccolo esperimento fu un successo a dir poco clamoroso con Konami costretta a dover ristampare le copie perché si esaurirono in brevissimo tempo. Basta questo per renderci conto che Keiichiro Toyama ha posto le basi di un vero e proprio capolavoro senza tempo.

Il director entrò in Sony quando il suo team, che lavorò per un altro Horror psicologico in esclusiva e da alcuni sottovalutato (la saga dei Siren), fu acquisito e iniziò progetti più o meno riusciti tra cui ultimamente i due Gravity Rush, titoli sicuramente di buona fattura ma decisamente meno impattanti rispetto al passato. Oggi quindi il buon Toyama ha deciso di abbandonare Sony e dare una svolta fondando per l’appunto Bokeh Studios, nome che deriva curiosamente da una termine giapponese per una tecnica utilizzata in fotografia, magari un piccolo omaggio sulla “arma” usata nei giochi come Forbidden Siren. Si vociferava già nel 2019 ma ufficialmente la notizia è uscita oggi quando due componenti del team si sono uniti a lui (Kazunobu Sato e Junya Okura) in questa nuova esperienza.

Silent Hill (1999)

Le prime dichiarazioni di Keiichiro Toyama sono state “Guardando indietro non è cambiato nulla davvero rispetto al primo giorno in cui ho messo piede in questa industria. Per prima cosa voglio che gli utenti possano godersi giochi costruiti con idee originali, e in secondo luogo voglio divertirmi anch’io a crearli. Fortunatamente per me e il mio team è stato possibile sviluppare e pubblicare numerosi giochi, ma l’industria videoludica è cresciuta rapidamente a livello globale e sta ancora subendo drastici cambiamenti. Giorno dopo giorno, vivendo questo periodo, ho sentito il bisogno di un cambiamento sostanziale per seguire le mie proprie ambizioni. Per questo ho deciso di diventare uno sviluppatore indipendente.” Detto questo auguriamo il meglio a questo nuovo team e siamo piuttosto curiosi di sapere su che genere e su quali titoli deciderà di iniziare a lavorare.

Purtroppo per molti di noi questa notizia potrebbe allontanare l’idea di un remake del primo Silent Hill, sicuramente senza il papà la faccenda sarà molto più complessa ma da quello che sappiamo il nuovo gioco di Kojima Productions parrebbe distanziarsi molto dai canoni dettati dal noto Survival Horror. Attendiamo i Games Awards per possibili novità riguardanti eventuali nuovi annunci.

Cosa ne pensate di questa notizia? Credete che dopo questo, la faccenda “Silent Hill” possa essere definitivamente chiusa? Fatecelo sapere nei commenti qui sotto nella sezione dedicata. Come sempre vi invitiamo a rimanere sintonizzati sulle nostre pagine per tutte le novità riguardanti i prossimi titoli in uscita.

A questo indirizzo Amazon potete acquistare Gravity Rush 2 ad un prezzo scontato.