PlayStation

Sony ha in sviluppo un robot da compagnia per videogiocatori? Ecco un brevetto

Secondo a quanto uscito nelle ultime ore, Sony starebbe lavorando a una nuova tecnologia inerente al mondo del gaming. Il progetto in questione è legato alla creazione di un robot da compagnia per videogiocatori che amano rilassarsi da soli in tutta tranquillità sul proprio divano di casa. Facendo un’ipotesi, il progetto potrebbe essere dedicato alle sue console da gioco, tra cui PS5.

Ma come funziona e quali sarebbero le caratteristiche principali di questo simpatico aggeggio? Il robot sarà dotato di una nuova tecnologia in grado di monitorare il nostro gameplay, reagire alle nostre emozioni e inoltre spingerà il suo proprietario a provare altri giochi.

Robot

Secondo ad alcuni dati raccolti da Sony, quando un giocatore viene guardato mentre gioca, la sua motivazione aumenta. Ecco spiegata, quindi, la decisione di sviluppare questo robottino che farà da compagnia ai giocatori solitari. Il robot, inoltre, sarebbe capace di manifestare svariati stati d’animo, mostrando empatia con il suo diretto proprietario. Il brevetto, infatti, descrive il robot come “un riproduttore comune di emozioni”. Per realizzare questa tecnologia, Sony si sarebbe dedicata alla creazione di un’unità di deduzione dei sentimenti che si occuperà, come già detto prima, di capire i sentimenti del giocatore impegnato durante una sessione di gioco.

Inutile dirvi che si tratta di un progetto abbastanza bizzarro e sicuramente Sony non è la sola azienda che si sta occupando di sviluppare una tecnologia simile. C’è da dire comunque che la compagnia giapponese è da sempre molto interessata al campo della robotica. È da citare, infatti, l’egregio lavoro svolto nella realizzazione di AIBO, un piccolo cucciolo di cane robot. In molti pensavano che Sony avrebbe abbandonato questo progetto, invece quest’ultimo è stato rilanciato recentemente tramite un aggiornamento software avvenuto nel mese di novembre.

E voi cosa ne pensate di questo robot da compagnia? Vi piacerebbe vedere realizzato un progetto simile? Fateci sapere la vostra qui sotto, nella sezione dedicata ai commenti.