Altre Console

Steam Deck punta agli 800p/30 FPS

In giornata un dipendente di Valve, come vi avevamo raccontato in questo articolo, ha parlato di come Steam Deck, dopo anni e anni di test, abbia raggiunto finalmente un buon compromesso per far funzionare ogni gioco presente sul catalogo di Steam senza alcun problema. Il target minimo fissato da Valve per mettere in commercio la nuova console ibrida è stato settato ai 30FPS stabili con una risoluzione da 800p.

Steam Deck ha l’obiettivo di rendere la libreria di Steam qualcosa di fruibile direttamente tra le mani del giocatore, per questo Valve ha cercato di scendere a compromessi sul display cercando di mantenere per la console delle prestazioni medio-alte. Tutto ciò è stato reso possibile, ovviamente, per le ridotte dimensioni della macchina: non c’è bisogno di avere chissà che grande schermo per fruire di contenuti in portabilità, come ci hanno insegnato Nintendo Switch e il mobile gaming negli scorsi anni.

Come vi abbiamo raccontato in questa analisi, la bassa risoluzione dello schermo di Steam Deck privilegia sicuramente il framerate. Alcuni dei videogiochi presenti nella libreria di Steam come per esempio Doom Eternal, con gli stessi settaggi hardware, faticherebbero a raggiungere i 30FPS su un normale PC. Nel caso di Steam Deck, invece, sarà difficile che abbiano problemi con uno schermo da 7 pollici. Anzi, molti giochi, soprattutto i più vecchi, raggiungerebbero agilmente i 60 FPS. L’accento, dunque, è sulla fluidità delle immagini piuttosto che sulla resa grafica.

Pur avendo uno schermo LCD invece che un OLED, Steam Deck dovrebbe riuscire a supportare i 60Hz. Inoltre, da nono sottovalutare le possibilità di personalizzazione che la stessa Valve sta cercando di promuovere: gli utenti possono moddare la console, e chissà che in futuro non vedremo qualche ibrido particolare in grado di rendere il device ancora più performante. Lo stesso Gabe Newell, papà di Valve, immagina un mondo dove diverse aziende propongono i loro Steam Deck. Altra cosa da tenere in conto: trattandosi a tutti gli effetti di un piccolo PC, gli utenti possono modificare le impostazioni grafiche di ogni gioco a loro piacimento, scegliendo in questa maniera se dare priorità alla resa grafica o alla fluidità su schermo.

Se ancora non avete provato il nuovo Doom Eternal potete procurarvelo da Amazon attraverso questo link.