PlayStation

Super Monkey Ball Banana Mania, un piacevole ritorno | Recensione

Incredibile ma vero: a distanza di venti anni i primi tre capitoli di Super Monkey Ball stanno vedendo una nuova luce – più contemporanea – grazie alla remaster che abbiamo avuto il piacere di provare su PlayStation 4. Super Monkey Ball Banana Mania è uno splendido regalo agli appassionati di Super Monkey Ball (2001), Super Monkey Ball 2 (2002) e Super Monkey Ball Deluxe (2005) e la nostra recensione vuole farvi capire perché si tratta di un prodotto ben curato. La remaster, sia per PC sia per Xbox e PlayStation, è un piccolo gioiellino, un’ode romantica a quei titoli che ci hanno fatto divertire profondamente anni e anni fa.

Finalmente è arrivato questo momento: possiamo tutti rispolverare liberamente i prodotti videoludici firmati da Hisashi Endo e Toshihiro Nagoshi e – dobbiamo dirlo – anche noi non stavamo nella pelle al pensiero di mettere le mani su questa piccola ma preziosa rivisitazione di quelli che potremmo definire “grandi classici” del Giappone. Abbiamo apprezzato molto l’idea del team di sviluppo di non proporre una semplice rispolverata dei vecchi prodotti: Banana Mania è infatti una sorta di remix dei contenuti più incisivi, differenziandosi da una tradizionale collection. Ma senza indugiare, entriamo nel dettaglio delle feature presenti in Super Monkey Ball Banana Mania.

Super Monkey Ball Banana Mania

Tanto (spensierato) divertimento: il gameplay

Il gameplay dell’intero franchise è – come probabilmente saprete – molto semplice: delle curiose e simpatiche scimmiette rotolano all’interno della propria sfera con un traguardo da raggiungere nel minor tempo possibile (e con più banane nel proprio inventario).

Questa dinamica è rimasta perfettamente intatta nella modalità Gioco Principale della remaster, dove potrete affrontare la modalità storia e varie sfide da scegliere e personalizzare tra round da conseguire per la vittoria e mondi in cui giocare. Ma ovviamente non è finita qui. Nel menù potrete scegliere tra Minigiochi, Sfida classica e Missioni per quanto riguarda le varie tipologie di giochi a disposizione e anche tra Costumi e Negozio per  la personalizzazione del propri personaggi, degli oggetti in game e molto altro.

Partiamo dalle prime tre categorie: i minigiochi sono indubbiamente il passatempo più rapido e divertente, soprattutto da svolgere in compagnia di un amico: che sia in coop o VS, che sia online oppure offline. Sono presenti 12 tipologie differenti di sfida e si può arrivare a un massimo di 4 giocatori; per citarne solo alcune – quelle su cui abbiamo speso più tempo – troverete Tennis scimmie, Corsa scimmie, Bowling scimmie, Biliardo scimmie e molti altri. Il tutto è un mix tra sport e la giusta dose di follia e creatività che hanno reso questo prodotto famoso in Occidente e soprattutto in Oriente.

Super Monkey Ball Banana Mania

Non c’è mai una strategia da attuare – magari basata su qualche accortezza in particolare – ma hey, stiamo parlando di Super Monkey Ball, non ve lo scordate nemmeno per un secondo. Solo nella modalità “originale”, quella iconica per eccellenza, studiare i tracciati e i tutti i percorsi sarà fondamentale affinché riusciate davvero a portarli a termine: non fatevi ingannare dall’aspetto kawaii, più andrete avanti più risulterà complesso completare in modo soddisfacente i livelli.

Dal punto di vista tecnico tutto è molto rapido e semplice, le tempistiche di ogni gioco – seppur personalizzabili – sono molto rapide. Non si cade nella noia di dover stare troppo tempo rinchiusi nello stesso minigioco. Unico appunto: i bot sono leggermente troppo skillati, sbagliano veramente di rado e questo inficia le partite da soli, senza qualcuno di reale a farci compagnia. In generale l’idea di unire la vecchia story mode con altre dinamiche, permettendo alla collection di essere il più variegata possibile, è stata una mossa vincente e convincente.

Ma passando al lato personalizzazione abbiamo ancora molto altro da dire: Costumi e Negozio ci permettono di modificare i personaggi, scegliere i loro abiti, la loro sfera ma anche modificare alcune “speciali” feature delle partite, magari facendo spawnare banane oscure per dirne una. Il team di sviluppo non si è fatto bastare un paio di personaggi da acquistare (ovviamente con i “soldi” guadagnati durante le varie partite) ma ha anche cercato di rendere il giocatore il più a suo agio possibile: la maggior parte di ciò che vediamo su schermo può essere cambiato in base alle nostre preferenze.

Non sarà raro avere voglia di fare tre quattro match di fila pur di poter sbloccare Sonic con il denaro guadagnato oppure comprare una maschera per la modalità foto; in conclusione, quello che potreste vedere come secondario in realtà finirà per attrarvi più di quanto avreste previsto. C’è davvero di tutto, l’ennesima riprova della cura nel presentare questa remaster.

L’aspetto grafico: funziona davvero?

Ma per quanto riguarda l’aspetto grafico: analizziamo nel dettaglio anche quello, valutando i cambiamenti attuati in Super Monkey Ball Banana Mania. Nella sua natura profondamente divertente e spensierata, il lato grafico conta sia in relazione alla “fedeltà” del franchise sia per quanto riguarda una necessità di miglioramento dati i tanti anni di distanza.

Affermare che l’occhio non abbia la sua parte sarebbe una sciocchezza, pur tenendo conto che non si acquista un titolo come Banana Mania per l’aspetto innovativo e realistico. In linea di massima si nota molto che i personaggi e i tracciati sono stati modificati affinché non sembrassero obsoleti: non c’è un distorcimento della loro natura ma solo una “smussatura dei poligoni” e un leggero restyling. La dose giusta di cambiamento, leggermente meno visibile nelle mappe, in particolare modo per quanto riguarda gli sfondi.

Detto questo, non solo abbiamo apprezzato la risoluzione 4K – che si nota eccome – ma ci siamo innamorati del menù: ci saremmo rimasti per ore, incantati dalle splendide animazioni e dall’adorabile sountrack di sottofondo. Sì, il menù è forse una delle nostre caratteristiche preferite; è dinamico, colorato, ci sono quasi tutti i protagonisti e come sfondo – ovviamente – tante, tantissime banane.

La vera essenza del buon umore, un ottimo modo per far stringere il cuore agli appassionati ancora prima di riuscire a scegliere una modalità specifica. Concludendo il nostro pezzo, Super Monkey Ball Banana Mania è un gioco interessante, ben curato, profondamente appagante e per gli amanti del franchise è indubbiamente consigliato.

7.8

Super Monkey Ball Banana Mania – PlayStation 4


Super Monkey Ball Banana Mania è una collection che ci racconta tantissimo dei primi tre capitoli del franchise, senza snaturarne l’origine ma osando verso un prodotto più contemporaneo. Tra la modalità classica con storia e sfide, e tutti i minigiochi di cui usufruire, il titolo è una vera e propria boccata di aria fresca. Sa come appassionare gli amanti del titolo Giapponese e allo stesso tempo cerca di strizzare l’occhio a chi ha intenzione di provarlo per la prima volta. Gameplay semplice e dinamico, ma anche strategico nella modalità storia; una personalizzazione soddisfacente e di alto livello. Peccato per il livello inferiore sfondi delle mappe e dei tracciati, così come per i bot che sono molto più forti di noi. In generale un buon richiamo ai vecchi tempi, una remaster degna di nota concettualmente e anche tecnicamente.

Pro

  • Una rivisitazione interessante e non una semplice collection
  • Il gameplay è un mix delle feature migliori dei primi tre capitoli
  • Alto livello di personalizzazione
  • Una grafica molto carina e un menù da far stringere il cuore agli appassionati

Contro

  • Gli sfondi e il background sono leggermente obsoleti
  • I bot sono sproporzionatamente più forti e precisi
7.8