Giochi PC

The Division, prime impressioni fra hipster e code in posta

Durante le nostre prime ore in compagnia di The Division, il nuovo MMO sparatutto di Ubisoft, ci siamo sentiti come sulle montagne russe, in un saliscendi di divertimento e frustrazione.

the division

La partenza non è stata delle migliori. Dopo aver creato il nostro personaggio tamarrissimo con pettinatura da hipster, tatuaggio sul collo e piercing al sopracciglio ci siamo accorti che eravamo identici a decine di altri giocatori. Un po' come succede nelle grandi metropoli modaiole: un punto a Ubisoft per il realismo.

Il vero dramma, tuttavia, è cominciato subito dopo, visto che abbiamo trascorso una buona mezz'ora senza poter fare nulla. La colpa in questo caso non era dei trolloni che si divertivano (contenti loro) a bloccare l'accesso alle porte piazzandosi in mezzo al passaggio, anche perché basta continuare a correre per superare chi ci sbarra la strada.

Alcuni giocatori probabilmente non erano a conoscenza di questo trucchetto per aggirare il problema, e si sono inventati un modo particolarmente curioso per accedere a un terminale nelle fasi iniziali del gioco. Benvenuti a The Division: Poste Italiane Edition.

The Division Poste Italiane

Il nostro problema era diverso, visto che per sbloccare le prime missioni bisogna accedere al terminale che vedete nello screenshot qui sopra. Peccato che dopo aver premuto il tasto corrispondente non succedeva un bel niente. Abbiamo provato e riprovato, riavviato il gioco e implorato antiche divinità egizie, senza tuttavia riuscire nella nostra impresa disperata.

Fortunatamente dopo trenta minuti di tentativi e vari riavvii siamo riusciti ad accedere al maledetto terminale per cominciare la nostra scampagnata post-apocalittica a New York. Vogliamo sperare che sia solo un problema legato all'affluenza di massa ai server.

Le nostre fatiche sono state ripagate da una New York divertente da esplorare, anche se capire a fondo i motivi che ci spingono a farlo può essere difficile se si passa il tempo chiacchierando con i propri amici online. Se volete immergervi completamente nella storia vi conviene prestare attenzione alle sequenze animate. O giocare da soli, anche se in questo modo si snatura l'essenza del titolo.

the division

The Division dà infatti il massimo se giocato insieme ai propri amici, ed è molto divertente se il vostro videogioco tipo prevede quintali di proiettili, barre d'esperienza, abilità da sbloccare, oggetti da creare e armi ed equipaggiamenti sempre più forti.

L'impatto grafico è notevole, anche su console, soprattutto se si considera che stiamo parlando pur sempre di un MMO che deve gestire decine di giocatori contemporaneamente sullo schermo. 

Ma gli alti e bassi continuano, visto che il gioco eredita dagli MMO anche la "passione" per i nemici in grado di assorbire proiettili come se fossero noccioline. Nei giochi di ruolo e negli MMO fantasy la formula funziona, visto che i nemici sono solitamente mostri e creature di vario tipo.

In uno sparatutto ambientato a New York in cui bisogna sparare contro esseri umani virtuali la situazione è un po' diversa. Fa un effetto decisamente strano svuotare un caricatore addosso a un teppista di strada e vederlo ancora in piedi, ma ci si abitua in fretta.

the division new york

La mappa è ricca di luoghi da esplorare e attività da portare a termine, in pieno stile gioco open-world targato Ubisoft, e scommettiamo che sarà divertente perdersi nei vicoli della Grande Mela fra le varie missioni. Questa tuttavia è solo la prima pagina del nostro diario di viaggio, per leggere l'intera "opera" dovrete aspettare ancora qualche giorno, quando pubblicheremo la nostra recensione.

The Division - PC The Division – PC
gamesrepublic
The Division - PC The Division – PC
  
The Division - PS4 The Division – PS4
  
The Division - Xbox One The Division – Xbox One