Nintendo Switch

The Witcher 3: inizialmente il porting per Nintendo Swicth girava a 10 FPS

Da quando è stato annunciata la versione di The Witcher 3 per Nintendo Switch, sono stati molti i giocatori ad aver rivolto i propri dubbi sulla riuscita di questo porting. Alcuni ritenevano addirittura una missione impossibile quella di proporre le ultime avventure dello strigo sull’ibrida Nintendo, eppure CD Projekt RED, insieme a Sabre Interactive sono riusciti a rendere il porting possibile.

In una recente intervista con la redazione di GamesBeat, il CEO di Sabre Interactive Matthew Karch ha parlato delle difficoltà che lo studio ha affrontato sviluppando il porting di The Witcher 3. La versione iniziale del titolo funzionava, ma girava ad un massimo di 10 FPS.

Karch ha dichiarato che per ovviare al problema e sistemare il tutto non potevano abbassare drasticamente il numero di NPC, data l’importanza che molti di essi hanno all’interno del gioco. Per questo hanno dovuto essere più creativi, andando a trovare alcune soluzioni intelligenti per lavorare sulle ombre e sulla vegetazione per migliorare le prestazioni su Nintendo Switch. “Una delle cose che sapevamo di dover cambiare nella versione per Switch era il modo in cui il motore avrebbe calcolato le ombre della luce solare. Inoltre negli ambienti esterni, il fogliame costituisce circa il 50% degli elementi visivi, e per far funzionare tutto a dovere abbiamo dovuto riscrivere l’algoritmo per la generazione e il rendering dell’erba.”

Dopo l’ottimo lavoro svolto da Sabre Interactive possiamo tranquillamente dire che adesso anche i possessori di Nintendo Switch hanno la possibilità di godere di uno dei giochi più apprezzati di questa generazione. Cosa pensate del porting per Switch di The Witcher 3?

Le ultime avventure di Geralt si possono vivere anche in portatile, acquista ora The Witcher 3 per Nintendo Switch su Amazon a questo indirizzo.