Altre Console

Twitch: Fedez approda sul sito di streaming con il canale Zedef

Dopo che YouTube gli ha fatto da rampa di lancio nella sua florida carriera musicale, Fedez è approdato anche su Twitch; il noto sito di streaming che ormai racchiude diversi VIP da tutto il mondo. Sono ormai diversi anni che sul sito di proprietà di Amazon non trovano spazio solamente i videogiochi, ma anche tutta una serie di contenuti definiti più di varietà, e tra questi ultimamente sta andando forte anche la categoria Just Chatting.

Il 2020 di Fedez è stato molto improntato sul cerare nuovi progetti sul web. Dopo il podcast Muschio Selvaggio condotto in compagnia di Lusi Sal, e l’apertura di un profilo su Tik Tok, l’artista milanese ha deciso di mettere piede anche su Twicth con il suo nuovo canale Zedef. In poco più di un mese il canale ha già raggiunto gli oltre 200 mila iscritti e i video hanno avuto picchi di oltre 400mila visualizzazioni.

Twitch Logo

Il nome Zedef scelto per l’occasione riprende un vecchio format proposto dall’artista in cui mostrava diverse parti delle sue giornate. Ora invece, in questa sua nuova veste su Twitch, Fedez s diverte a giocare con il suo essere ormai trentenne e definisce la stanza da cui trasmette le sue dirette come “La tana del Boomer”. Quel che viene messo sotto la lente d’ingrandimento dai vari just chatting, sono tematiche che vanno dalla cultura pop, alle chiacchiere più libere con i vari utenti e gli ospiti.

“I nuovi strumenti digitali hanno sempre avuto un grande fascino su di me” commenta Fedez “amo mettermi alla prova ed esplorare le potenzialità che mi può offrire una piattaforma ancora poco conosciuta da me. Quello che più mi piace di Twitch è il contatto diretto con chi segue le mie dirette, la possibilità di poter vedere la loro immediata reazione a quello che io propongo e la conseguente interazione sincera, senza distacco, spontanea. Proprio per questo quando sono in live mi sento libero di poter mostrare il lato più autentico di me, che mi aiuta a rilassarmi e staccare un po’ dalla realtà di oggi”.