Tom's Hardware Italia
Giochi PC

Vampire: The Masquerade – Bloodlines 2 mostra il potere del sangue

Vampire: The Masquerade - Bloodlines 2 mette in mostra come i Vampiri combattono sfruttando il potere del sangue durante l'E3 2019.

Vampire: The Masquerade – Bloodlines 2, sviluppato da Hardsuit Labs, è in arrivo nel Q1 2020 per PC, PlayStation 4 e Xbox One. In occasione del PC Gaming Show, e della susseguente pubblicazione di un trailer esteso, abbiamo potuto dare un primo sguardo ad alcune sequenze di gameplay e vedere più da vicino cosa vuol dire essere un vampiro neonato in una Seattle ambientata nel Mondo di Tenebra.

Vampire: The Masquerade – Bloodlines 2 non è un seguito diretto del gioco di ruolo del 2004, ma è da considerarsi una continuazione spirituale che ne riprende lo stesso stile narrativo che a suo tempo fu capace di creare una nutrita schiera di fan. Nel corso degli anni il gioco di ruolo da tavolo è cambiato, tanto che attualmente il nuovo punto di riferimento è la Quinta edizione, da cui Bloodlines 2 comunque riprende e adatta alcuni tratti.

Dal palco del PC Gaming Show è stata proprio l’autrice e scrittrice Cara Ellison a soffermarsi su una nuova meccanica che caratterizza l’esperienza del Vampiro. Si tratta della risonanza, ossia il potere conferito al sangue dagli stati d’animo della vittima. I vampiri riescono a percepire la paura o il desiderio che un umano prova e possono nutrirsi di quelle persone per provare la stessa sensazione. È un’aggiunta interessante perché influisce sulle abitudini predatorie in grado di dare dei “boost”, così come la quinta edizione ha reso la caccia un aspetto meno meccanico spingendo per la caccia di umani la cui Risonanza può potenziare le proprie Discipline.

Un altro aspetto su cui ci si è soffermati è forse il momento più importante nella vita iniziale di un Vampiro: l’abbraccio. Si tratta del momento in cui il vampiro è introdotto alla non-vita. Il nostro personaggio è un sangue debole – significa che o è un vampiro di quindicesima generazione o di tredicesima e quattordicesima con debolezza del sangue – che sappiamo essere stato generato durante un abbraccio di massa.

Cara Ellison ha ribadito che altri vampiri generati nel nostro stesso momento stanno vivendo un periodo meno fortunato, non hanno idea di cosa fare e come comportarsi con le leggi della società dei Fratelli. Si trovano da soli a vivere “la pubertà vampiresca”.  Potrebbero avere una famiglia, una moglie e dei figli, che moralmente obiettano la loro necessità di bere sangue. Si possono trovare ovunque nel mondo di gioco. Dalle informazioni ufficiali è in atto una cospirazione che ha scatenato in Seattle una sanguinosa guerra civile tra potenti fazioni di vampiri.

La sopravvivenza diventa il vero motore che ci porterà a fare scelte e tessere relazioni nella società dei Vampiri, le aspettative di non-vita per un sangue debole sono del resto molto basse. Gli altri 5 clan sono già stati presentati e includono: Ventrue, Malkavian, Tremere, Toreador e Brujah. Il nuovo trailer di Vampire: The Masquerade – Bloodlines 2 si incentra molto sul combattimento in prima persona sia con armi da mischia che con armi da fuoco. Trattandosi di gameplay tratto da una versione pre-alpha non sembra ancora molto fluido, ma dà una discreta idea sulle diverse opportunità di combattimento tra le quali spiccano sicuramente le discipline come un atto di telecinesi per attrarre armi, o un pugno di Caino ben assestato da parte di un Brujah.

In azione si possono anche ammirare discipline che danno una spinta in più anche al movimento e non solo al combattimento, basti pensare a Celerity per spostarsi a una velocità tale da risultare quasi invisibili. Ad esempio una delle discipline più versatili dei Sangue debole è la Chiropteran che permette al vampiro di muoversi come se stesse galleggiando in aria, avvantaggiandolo anche nell’esplorazione e nel raggiungimento di determinate aree, ma lo rende anche capace di sfruttare l’abilità per piombare sui nemici dall’alto.  Il secondo grado della disciplina si lega all’affinità con i pipistrelli permettendo al vampiro di materializzare uno sciame.

Da un gioco scritto da Brian Mitsoda, ci si aspetta inoltre molta sostanza anche sotto il profilo della narrazione, della quale si è visto poco se non la possibilità di effettuare delle scelte che avranno sicuramente un impatto sulla storia. Le aspettative per il tanto atteso ritorno di Vampire: The Masquerade Bloodlines sono tante e alte, soprattutto nell’effettiva influenza che giocherà l’intreccio tra il proprio background, le discipline, il clan a cui si sceglie di appartenere e le fazioni con cui si intratterranno relazioni.

Potete acquistare il primo Vampire: The Masquerade a questo indirizzo.