Tom's Hardware Italia
Giochi PC

Videogiochi, in Francia sciopero alla Eugen Systems

In Francia quasi metà dei dipendenti di Eugen Systems sciopera a causa delle condizioni di lavoro.

Quanto avvenuto in Francia è uno dei primi casi di sciopero nel settore dei videogiochi. Quasi la metà dei dipendenti della software house Eugen Systems con sede a Parigi (famosi per i giochi di RUSE, Act of Aggression e la serie strategica Wargame) ha scioperato perché secondo loro non sono state rispettate le leggi francesi sul lavoro e gli accordi contrattuali negli ultimi 15 mesi.

Il sindacato dei lavoratori impegnati nel settore dei videogiochi (Le Syndicat des Travailleurs et Travailleuses du Jeu Vidéo) ha dichiarato che secondo i 21 dipendenti in sciopero, Eugen Systems ha ridotto gli stipendi al di sotto dei requisiti minimi salariali francesi, non ha provveduto a pagare gli straordinari e ha creato un ambiente di lavoro oppressivo.

Le Syndicat des Travailleurs et Travailleuses du Jeu Vidéo

In merito a quest'ultimo aspetto viene citata quella che gli inglesi chiamano "crunch culture", ossia quel periodo in un cui il picco di ore lavorative aumenta improvvisamente fino a raggiungere anche 20 ore al giorno, e può durare giorni o anche settimane. Durante questo periodo spesso i dipendenti dormono al lavoro, limitano le pause e tutto ciò che distoglie l'attenzione dal proprio compito, inclusa la famiglia.

Eugen Systems, che settimana scorsa ha pubblicato l'espansione Back to Hell per lo strategico Steel Division: Normandy 44, ha risposto negando una crisi all'interno dell'azienda, ma riconoscendo che ci sono alcuni problemi di retribuzione con i singoli lavoratori sopraggiunti in seguito alle recenti riforme dei salari francesi. Si dicono comunque aperti al dialogo.