Giochi PC

Videogiochi troppo difficili? EA vuole rendervi le cose più facili

Nell’ultima settimana la questione “videogiochi troppi difficili” sembra essere diventato uno dei topic più gettonati. Proprio diversi giorni fa vi abbiamo parlato infatti di come Sony sia intenzionata in futuro ad aiutare gli utenti attraverso un utile brevetto che permette di confrontarsi con esperti ed avere suggerimenti per ogni tipo di problema. Nonostante non si sappia se questa feature potrebbe diventare concreta nel breve periodo, è curioso come l’azienda nipponica stia pensando a diversi metodi per migliorare l’esperienza a tutti gli appassionati. 

Dark Souls 3

Electronic Arts sembra aver colto la palla al balzo e si è unita nella lotta contro i videogiochi difficili registrando un brevetto con l’obiettivo di analizzare l’effettiva difficoltà di un videogioco durante la fase di test ed ottimizzare così il grado di sfida dei suoi titoli. Ciò consentirebbe potenzialmente all’azienda di utilizzare questa tecnologia per affinare più da vicino la difficoltà di ogni singolo gioco andando incontro ad un pubblico che col tempo si fa sempre più vasto.

Effettivamente negli ultimi anni i “videogiocatori” sono aumentati a dismisura, il tutto dovuto anche alla questione COVID che ci ha costretti a rimanere in casa trovando alle volte dei nuovi hobby per passare il tempo. Questo quindi ha portato ad un incremento degli acquisti delle console, tra cui anche Nintendo Switch, che negli ultimi giorni sta registrando numeri da capogiro. Dare una mano ai novizi può risultare davvero utile e sia il brevetto registrato da Sony che questo di Electronic Arts potrebbero rivelarsi davvero essenziali per il futuro del gaming.

Nel testo depositato da EA infatti si possono leggere informazioni interessanti sulla difficoltà dei videogiochi. Questi infatti potrebbero causare la perdita di interesse ed essere abbandonati da un gran numero di giocatori. L’obiettivo di questo brevetto è evitare tutto questo coccolando il più possibile il videogiocatore. Una mossa che potrebbe rivelarsi troppo azzardata? Cosa ne pensate? Fateci sapere la vostra con un commento qui sotto nella sezione dedicata.

A questo indirizzo Amazon potete acquistare PS4.