Tom's Hardware Italia
Giochi PC

Windows 10 potrà bloccare i giochi pirata, da Microsoft la conferma

Il nuovo Contratto per i Servizi Microsoft, entrato in vigore il primo agosto, autorizza l'azienda a bloccare i giochi pirata con aggiornamenti di Windows 10.

Il primo agosto è entrato in vigore il nuovo Contratto per i Servizi Microsoft, vale a dire le condizioni stabilite da Microsoft per l'uso dei suoi servizi. La novità destinata a far discutere è che ora il gigante della tecnologia può impedirvi di giocare con videogame pirata e di usare hardware non autorizzato.

windows 10 pirata

I termini sono validi per chiunque usi un servizio Microsoft come Office 365, Outlook.com, Xbox Live, Skype, One Drive, Bing e MSN. Anche i programmi che usano un account Microsoft sono coperti dal Contratto, e questo significa che saranno coinvolti anche la maggior parte degli utenti Windows 10.

Se infatti è vero che Windows 10 si può usare anche senza un account Microsoft, è altrettanto vero che gran parte degli utenti lo userà sfruttando proprio un account dell'azienda, e ora il Contratto stabilisce chiaramente che Microsoft potrà distribuire aggiornamenti per Windows 10 in grado di avere conseguenze molto importanti sul sistema. Di seguito potete trovare lo stralcio "incriminato", recuperato dal sito web ufficiale dell'azienda.

"Microsoft potrà verificare automaticamente la versione del software in uso da parte dell'Utente, necessario ai fini dell'erogazione dei Servizi, ed effettuare, senza alcuna spesa da parte dell'Utente, il download di aggiornamenti software o modifiche alle configurazioni, al fine di aggiornare, migliorare e sviluppare ulteriormente i Servizi, incluse modifiche atte a impedire all'Utente di accedere ai Servizi, utilizzare giochi contraffatti o utilizzare periferiche hardware non autorizzate. È inoltre possibile che venga richiesto all'Utente di aggiornare il software per continuare a utilizzare i Servizi"

Il Contratto di Microsoft prosegue spiegando che tali aggiornamenti saranno ovviamente soggetti a queste condizioni, e che gli utenti che non dovessero accettare quanto stabilito non potranno usare e ricevere gli aggiornamenti.

cortana windows 10
Non fate arrabbiare Cortana con i giochi pirata!

Inutile dire che siamo curiosi di scoprire come Microsoft intenderà procedere da questo nuovo punto di partenza. Il fatto che l'azienda abbia la possibilità di bloccare giochi pirata con un aggiornamento non significa necessariamente che debba accadere.

Inoltre siamo sicuri che non ci vorrà molto prima che qualcuno trovi una "soluzione artigianale" per evitare l'occhio lungo di Microsoft. Sui forum specializzati stanno infatti cominciando a spuntare software che bloccano i dati inviati dai computer degli utenti a Microsoft, come Destroy Windows 10 Spying.

Vi consigliamo tuttavia di procedere con molta cautela prima d'installare programmi simili, ancora poco conosciuti e dall'affidabilità ancora da verificare; la "cura" potrebbe infatti rappresentare un problema peggiore della malattia. Non dite che non vi abbiamo avvisati!