Tom's Hardware Italia
Xbox One

Xbox One, nuova tecnologia per occupare meno l’hard disk

Xbox One avrà un nuovo sistema per risparmiare spazio sull'hard disk e di ridurre la quantità di dati scaricati.

Lo spazio disponibile sugli hard disk è prezioso, soprattutto quando si parla di console, soggette ad aggiornamenti sempre più corposi. A tal proposito, pare che Microsoft stia progettando un nuovo sistema di gestione dei dati che saranno installati su Xbox One e Xbox One X, al fine di ottimizzare lo spazio sull'hard disk e ridurre anche i tempi di download.

La notizia giunge da Digital Foundry, che ha avuto l'occasione di vedere alcuni documenti circolati nel corso dell'XFest 2017 tenutasi all'inizio di quest'anno. Il nuovo sistema studiato da Microsoft prende il nome di Intelligent Delivery, letteralmente "consegna intelligente", permetterà agli utenti di scaricare solo gli asset di cui necessita il proprio modello di console.

hdd wd seagate
Microsoft ha studiato un modo per "pesare meno" sui vostri hard disk

In pratica, gli utenti non avranno bisogno di scaricare un intero pacchetto multipiattaforma, quindi chi possiede Xbox One eviterà di immagazzinare nel proprio hard disk le risorse 4K che interessano il funzionamento di Xbox One X.

Leggi anche Xbox One X, Microsoft mostra i benchmark: potenza da vendere

Se poi usate lo stesso hard disk esterno su entrambe le console, il nuovo sistema riconoscerà l'esigenza di fare il download delle risorse necessarie al funzionamento anche su Xbox One X; in seguito, l'utente avrà la possibilità di eliminare soltanto questa parte di dati aggiuntiva.

Il funzionamento alla base dell'Intelligent Delivery, consiste nel suddividere i contenuti del gioco in "pezzi" di dati e di assegnare ad essi dei veri e propri "tag".  Ad esempio, questi tag possono riguardare la lingua del gioco, con l'opportuna attenzione del paese di distribuzione, evitando quindi il download delle lingue che non ci interessano, magari permettendo agli utenti di scaricare le altre lingue in modo facoltativo. Si parla di una quantità di dati piuttosto rilevante, se considerate tutti i file audio relativi ai vari doppiaggi, dati che non saranno salvati inutilmente nel vostro hard disk.

Xbox One X Project Scorpio

I tag non si limitano soltanto alla tipologia di console e alle lingue supportate, ma anche a specifici contenuti. Nello specifico, gli sviluppatori potranno "spezzettare" i loro titoli lasciando all'utente finale la scelta di scaricare la campagna in singleplayer e tralasciare la parte dedicata all'online e viceversa, come potrebbe benissimo accadere con titoli come Battlefield e Call of Duty.

Microsoft darà il via libera anche alla distribuzione di titoli su più dischi Blu-ray. Infatti, con l'implementazione della "consegna intelligente", non sarà necessario gestire tutti i dati tramite i download, in alcuni casi con attese interminabili, ma questi potranno essere inclusi in altri dischi inclusi nella confezione originale, adoperando sempre lo stesso sistema dei "tag" per la selezione dei contenuti, senza dover installare alcunché sul proprio hard disk.

Attualmente, Microsoft permette la distribuzione fino a un massimo di 2 dischi Blu-ray per gioco, mentre con questo nuovo sistema si potrebbe arrivare addirittura a 15 dischi. 

Questa soluzione renderà la vita molto più semplice ai proprietari di Xbox One, che spesso hanno un disco rigido da 500 GB, ma anche per l'imminente Xbox One X che ospiterà una quantità di dati decisamente superiore.

In casa Microsoft affermano che questa piccola rivoluzione è stata approntata per agevolare sia la vecchia che la nuova generazione e la consegna intelligente potrà essere adeguata ai titoli esistenti, anche se probabilmente la vedremo solo nei prossimi titoli.

Adesso la palla passa agli sviluppatori di terze parti, che avranno un nuovo strumento a disposizione per realizzare i loro giochi.


Tom's Consiglia

Questo è il momento migliore per prendere una Xbox One o la nuovissima Xbox One X!