Xbox

Xbox Series X avrà migliaia di giochi al lancio grazie alla retrocompatibilità

Tramite un post su Xbox Wire, Jason Ronald, Director of Program Management per Xbox Series X, ha reiterato la filosofia della nuova console di Microsoft, parlando dell’impegno della società nell’offrire una line-up enorme di titoli: ci saranno infatti migliaia di giochi già compatibili sin dal lancio.

Il Director spiega nel post che è stato importante per Microsoft preservare i giochi, i progressi e gli obbiettivi, oltre che gli amici e le community create in questi anni tramite le console Xbox. Tutto questo transiterà nel modo più semplice e comodo per gli utenti verso la nuova generazione. Non va dimenticato inoltre che anche gli accessori di Xbox One saranno compatibili con Xbox Series X.

La retrocompatibilità è quindi un fattore fondamentale. Il suo viaggio è infatti iniziato da tempo, precisamente nel 2015, quanto è arrivata su Xbox One per i titoli Xbox 360. Tutto questo è stato frutto, ci racconta, di duro lavoro, innovazioni tecnologiche e partnership con i creatori più importanti dell’industria videoludica. Non solo sono stati resi disponibili più di 500 giochi Xbox 360, ma anche i più grandi capolavori della prima Xbox.

Xbox Series X

Ora, con Xbox Series X, i giochi sono stati ottimizzati per sfruttare la nuova console, con le sue capacità e performance superiori. Sono state fatte più di 100.000 ore di test e centinaia di giochi sono già giocabili su Xbox Series X quest’oggi. Entro il D1 della console, Microsoft stima che si arriverà a 200.000 ore di test per assicurarsi che i giochi siano pronti per i giocatori.

Non solo saranno disponibili, ma saranno eseguiti nel migliore dei modi. La retrocompatibilità viene eseguita nativamente dall’hardware di Xbox Series X, sfruttando così la piena potenza della CPU, GPU e dell’SSD. Non c’è bisogno di boost mode o down clocking. Questo significa che ogni gioco funziona alla qualità massima delle versioni originali e, in alcuni casi, raggiungono performance ben superiori, con frame rate più stabile e risoluzioni ancora più alte. Anche i caricamenti in-game saranno più brevi.

Inoltre, Xbox Series X propone un’innovativa tecnologia che ricostruisce l’HDR anche per quei videogame che non la proponevano nativamente. Il tutto è gestito dalla console, non richiede lavoro da parte degli sviluppatori e non ha impatto sulle performance del gioco. È stato inoltre confermato che il Quick Resume funziona anche con i giochi retrocompatibili, non solo con i titoli sviluppati in modo dedicato per Xbox Series X. Quick Resume permette di mettere in pausa molteplici giochi, nuovi o vecchi che siano, e passare da uno all’altro senza limitazioni. Anche questo funziona a livello hardware e non richiede lavoro da parte degli sviluppatori.

Alcuni titoli potranno inoltre beneficiare di miglioramenti aggiuntivi come una risoluzione aumentata fino al 4K o l’interimento di un filtro anisotropico che migliora la qualità finale dell’immagine, elevando il livello del gioco a standard moderni, ben superiori a quelli originali. Anche il frame rate può essere raddoppiato, passando dai 30 fps originali a 60, o addirittura da 60 a 120.

La retrocompatibilità di Xbox Series X non è quindi solo un modo per non perdere tutti i propri titoli, ma è anche l’occasione perfetta per riviverli alla massima qualità possibile.

In attesa di Xbox Series X, possiamo divertirci con Xbox One, disponibile su Amazon.