Giochi PC

Xbox Series X: con l’acquisizione da parte di Microsoft, MachineGames promette faville

Come sicuramente tutti quanti voi saprete molto bene, tra le novità più importanti venute a presentarsi nel corso di queste ultime settimane figura, in particolare, l’acquisizione di Zenimax – e di tutti gli studi di sviluppo ad essa collegati – da parte di Microsoft, un momento storico che nessuno si sarebbe mai potuto neanche lontanamente immaginare e potenzialmente capace di contribuire non poco a quello che sarà il futuro d’Xbox Series X/S. La news ha ovviamente lasciato a bocca aperta milioni di videogiocatori e sono tantissime le domande che ruotano attorno al futuro delle IP finite nelle mani della società americana, quesiti che continuano a trovare risposte mai del tutto chiarificatrici ma comunque utili per farsi un’idea generale della strategia che verrà attuata dalla casa di Redmond.

Un cambio di registro così importante, però, avrà ovviamente ripercussioni importanti anche per quegli stessi team che ora sono entrati a far parte dell’ecosistema Xbox, software house ben note che potranno ora contare su investimenti ancor più elevati, organici ampliati e, ovviamente, tutte le tecnologie che Microsoft possiede. Ebbene, attraverso il Blog ufficiale di Bethesda, i ragazzi di MachineGames hanno voluto parlare proprio della situazione venutasi a presentare con l’acquisizione di Microsoft, strizzando l’occhio a quelle che parrebbe essere un futuro assai luminoso nei lidi d’Xbox Series X/S. Il team ha promesso faville per i suoi prossimi progetti, potendo contare sulle risorse di un colosso come Microsoft e sulle nuove tecnologie in arrivo, con Jim Kjellin in particolare, Chief Technology Officer della software house, che ha dichiarato:

Wolfenstein Youngblood

“I nuovi dispositivi di memorizzazione dati a cui avremo accesso saranno estremamente importanti. Su PC già da diverso tempo è possibile sfruttare dispositivi particolarmente veloci, ma finalmente tali strumenti stanno per diventare la norma anche su console. Ciò ci permetterà di andare a modificare tutto ciò che concerne il design dei videogiochi. Lo storico problema dei caricamenti, il quale spesso e volentieri spezza il ritmo di ogni esperienza videoludica, verrà totalmente dimenticato”.

Anche il Gameplay Director Fredrik Ljungdahl ha voluto dire la sua sulla questione, concentrandosi però può nello specifico proprio sull’acquisizione da parte di Microsoft: “Credo che l’essere entrati a far parte dell’ecosistema Microsoft ci permetterà, per il futuro, di realizzare titoli ancor più indimenticabili. Ora potremo entrare in contatto con molti esperti, abili sviluppatori, strumenti per noi inediti e soluzioni tecniche mai sperimentate”. Insomma, pare proprio che MachineGames sia entusiasta di quanto recentemente avvenuto, certa del fatto che un simile passo le permetterà di raggiungere vette qualitative mai viste prima. Noi, dal canto nostro, speriamo di cuore che il team possa riuscire a stupirci tutti, in particolar modo dopo il pericoloso passo falso fatto con Wolfenstein: Youngblood, e non vediamo l’ora di scoprire cosa ci riserverà il futuro d’Xbox Series X/S

Se non vedete l’ora di lanciarvi nel nuovo mondo della Next-Gen, vi ricordiamo che su Amazon è attualmente ancora possibile preordinare Xbox Series S.