Giochi PC

Xie Yun Liu Chuan è un nuovo spettacolare action RPG cinese

In questi giorni è spuntato dalla Cina un nuovo spettacolare trailer di un gioco action RPG che sembra essere molto promettente, dal nome di 谢云流传, traducibile in maniera non ufficiale come Xie Yun Liu Chuan, ossia “la Biografia di Xie Yun Liu.

Il gioco è un action RPG single player sviluppato da Seasun, casa famosa per la serie MMORPG di JX Online, un prodotto molto acclamato in Cina che conta oltre 3 milioni di giocatori. Nel video sono visibili alcune spettacolari sessioni di gioco tra esplorazione, quick time event ambientali e combattimenti sfrenati che prevedono anche l’utilizzo degli alberi come rampe e piattaforme da cui tuffarsi per attacchi dirompenti. Seasun starebbe sviluppando Xie Yun Liu Chuan con un engine di cui è proprietaria, le cui performance sembrano davvero promettenti.

Al di là del video pubblicato sui social non conosciamo nient’altro riguardo il nuovo progetto di Seasun, se non che il titolo è in sviluppo su PC e console. Su alcune testate estere il titolo viene chiamato anche col nome di “Swordsman 3: Xie Yun Liu Chuan“, ma sembra improbabile sia legato al franchise di Sowrdsman Online di Perfect World o di Swordsman VR di Sinn Studio.

È interessante notare come i videogiochi in Cina siano in forte fermento, basti pensare per esempio anche ad altri validi titoli come Genshin Impact o il tanto chiacchierato Black Myth WuKong. Il tutto tuttavia accade mentre purtroppo il governo della Repubblica Popolare Cinese esercita sempre più controllo attraverso il medium, come successo con la vicenda del riconoscimento facciale di Tencent, con sempre più restrizioni volte a proibire i prodotti videoludici ai minori; proprio nella giornata di ieri è arrivata la notizia delle forti limitazioni per i minorenni, costretti a giocare solo dalle 20 alle 21 nei weekend, un provvedimento arrivato proprio dopo aver comparato i videogiochi all’oppio.

Su Amazon potete trovare le action figure dei personaggi di Genshin Impact, come quella di Paimon: cliccate qui.