Vodafone Narrowband-IoT, un ulteriore passo verso il 5G

Vodafone ha annunciato di aver avviato in questo mese la copertura Narrowband-IoT, che rappresenta un ulteriore passo verso l'introduzione delle reti di quinta generazione. I primi a essere interessati saranno i principali comuni del Centro Sud, a cui si aggiungeranno quelli del Nord Italia da gennaio 2018, con l'obiettivo di coprire tutto il territorio nazionale entro marzo 2019.  

L'implementazione del Narrowband IoT abiliterà una nuova generazione di servizi da cui tutti i clienti, privati e aziende, potranno trarre beneficio.  Grazie a una maggiore capacità di copertura e a una lunga durata della batteria, infatti, il Narrowband-IoT permette di far comunicare tra loro oggetti che prima d'ora non potevano essere connessi, come contatori smart per l'efficienza dei sistemi idrici, cassonetti dell'immondizia intelligenti che comunicano con gli addetti alla raccolta, sensori posti sotto il manto stradale dei parcheggi per segnalare agli automobilisti il parcheggio libero più vicino e molto altro ancora.

AAEAAQAAAAAAAApLAAAAJGI5MzU4YjE2LWQzY2EtNGQ3Ni1iMTA2LTc2M2YzYTY5NTljYg

Ma di cosa si tratta esattamente? Il NB-IoT è un nuovo standard di trasmissione dati su reti cellulari che integra le caratteristiche di una rete Low Power Wide Area  (LPWA), con quelle delle reti cellulari su banda licenziata LTE 2G, 3G e 4G, consentendo così un basso consumo energetico con durata delle batterie di oltre 10 anni e copertura di aree remote, rurali e sotterranee attraverso l'adozione di tecniche che migliorano la propagazione del segnale radioelettrico, fino a +20dB.

Vodafone ha anche ricordato di aver già collaborato con i principali attori dell'industria alla definizione dello standard e di aver lanciato i Vodafone Narrowband-IoT Open Lab nel Regno Unito (Newbury), in Germania (Düsseldorf), e in Spagna (Madrid), oltre ad aver aperto un laboratorio anche a Milano che, in ottica di open innovation e co-creazione, permetterà ad aziende e Pubblica Amministrazione di  testare le potenzialità del NB-IoT, e di provare le proprie applicazioni prima del lancio commerciale, in un ambiente sicuro e in grado di replicare esattamente le prestazioni della tecnologia di rete. In Spagna e Irlanda ad esempio ha già sviluppato numerose soluzioni nei campi del gas e water metering, per una gestione più efficiente dei contatori e dei sistemi idrici che tradizionalmente sono locati in pozzetti e cantine difficili da raggiungere e connettere.

IoT abstract 770x285

 Dopo il lancio del 4.5G fino a 800 Mbps nelle città di Firenze e Palermo e fino a 550 Mbps a Milano, Verona, Bologna e Torino, e l'assegnazione della città metropolitana di Milano per la sperimentazione del 5G, questa iniziativa di investimento imprime dunque un'ulteriore accelerazione allo sviluppo dell'infrastruttura di rete mobile di Vodafone In Italia, che oggi offre copertura 4G a più del 97% della popolazione.

Pubblicità

AREE TEMATICHE