WhatsApp senza segreti, la guida completa

Privacy e spunte blu

Chi ha uno smartphone quasi sicuramente ha anche Whatsapp. Quest'applicazione ha oltre un miliardo di utenti in tutto il mondo, e per molti di loro è diventato un vero e proprio sostituto degli SMS e dei (mai decollati) MMS. Si possono mandare testi, immagini, audio e video, ma anche fare chiamate vocali senza costi aggiuntivi, e presto sarà introdotta anche la videochat.

Leggi anche WhatsApp e Facebook, istruttoria del Garante per la Privacy

La maggior parte delle persone tuttavia si limita a usare quest'applicazione così com'è, tralasciando alcune funzioni avanzate che possono invece renderla ancora più utile e più potente. Vediamone alcune.

Privacy e spunte blu

Cliccando su Impostazioni>Account>Privacy possiamo fare molte cose interessanti. Per esempio

decidere chi può vedere l'orario del nostro ultimo accesso. Possiamo rendere questa informazione visibile a tutti, a nessuno o solo ai contatti in Rubrica. La stessa politica si può applicare all'immagine del profilo e allo stato online. È interessante rilevare che se si decide di non condividere l'ultimo accesso online, non sarà possibile vedere quello degli altri.

collage

Dalla scheda Privacy possiamo anche disattivare le famose spunte blu. Bloccando le conferme di letture i nostri contatti non sapranno se abbiamo letto oppure no i loro messaggi; attenzione però perché funziona in entrambi i sensi, quindi attivando questa opzione non vedremo conferme se qualcuno legge i nostri messaggi.

Da qui è possibile anche vedere la lista dei contatti bloccati, ed eventualmente sbloccarli.

Backup su Google Drive o iCloud Drive

Prima degli smartphone cambiare telefono significava perdere gli SMS esistenti e altre informazioni (la rubrica contatti era sulla SIM, con informazioni basilari). Oggi i sistemi cloud hanno reso tutto più semplice, e permettono di ripristinare tutti i dati sul nuovo smartphone, comprese le conversazioni di Whatsapp.

53121a542c25f12097c632d5ec1c429f4c2292a6

È sufficiente attivare il backup da Impostazioni>Chat>backup delle chat. Di default la copia di sicurezza viene eseguita tutti i giorni su Google Drive o su iCloud Drive, ma è possibile anche usare una copia locale sulla memoria microSD. Quando si installa Whatsapp sul nuovo smartphone il ripristino è automatico e anche relativamente veloce, sempre che le vostre chat non occupino decine di gigabyte.

Purtroppo non esiste un modo facile di ripristinare Whatsapp se si passa da iPhone ad Android o viceversa; non è impossibile, ma è piuttosto faticoso e richiede una certa competenza tecnica. Per la maggior parte delle persone, cambiare sistema operativo significa perdere il backup di quest'applicazione.

 

Continua a pagina 2

Pubblicità

AREE TEMATICHE