Hot topics:
News su Black Friday 2017
2 minuti

WiFi4EU per 6mila comuni europei, ditelo al sindaco

Il Parlamento UE ha approvato il progetto "WiFi4EU", che consentirà la creazione di reti Wi-Fi gratuite in 6mila comuni comunitari entro il 2020.

WiFi4EU per 6mila comuni europei, ditelo al sindaco

Il Parlamento UE ha approvato il programma "WiFi4EU", che consentirà la creazione di reti Wi-Fi gratuite e senza condizioni discriminatorie in 6mila comuni comunitari entro il 2020. I fondi (120 milioni di euro) saranno assegnati in base all'ordine di arrivo delle richieste e in maniera "geograficamente equilibrata".

"Il processo è molto semplice: daremo dei voucher a chi ne farà domanda e con questi voucher gli enti potranno procedere all'installazione della connessione", ha spiegato il relatore Carlos Zorrinho deputato portoghese dei Socialisti e Democratici e relatore della proposta al Parlamento.

WiFi4Eu

In pratica si parla di reti wireless gratuite per centri pubblici, compresi gli spazi esterni accessibili al grande pubblico come biblioteche e ospedali. Potranno fare richiesta dei fondi tutti gli enti pubblici a patto che si facciano carico dei costi operativi per almeno tre anni e offrano poi connessioni gratuite a tutti i cittadini in modalità facile e sicura.

I servizi non potranno accogliere pubblicità e non potranno usare i dati personali degli utenti a fini commerciali. Insomma, la Commissione UE finanzierà l'attrezzatura e i costi di installazione con voucher, mentre gli enti pubblici dovranno pagare gli abbonamenti mensili e la manutenzione.

wifi4EU web

"L'iniziativa WIFI4U è stata una forte visione politica che diventerà presto una realtà concreta in tutta l'UE e farà sì che indipendemente da dove viva o da quanto guadagni, ogni europeo tragga vantaggio da una connesione Wi-Fi di alta qualità", ha dichiarato Zorrinho.

Un dettaglio importante è che una volta che i cittadini saranno registrati potranno sfruttare tutti gli hotspot WIFI4EU presenti in Europa.

Una piattaforma online unica sarà aperta per consentire a tutti gli enti pubblici di presentare la propria candidatura online - che dovrebbe essere possibile a breve, entro l'inizio del 2018. Sarà sufficiente seguire questa pagina Web ed eventualmente contattare i referenti indicati.

Vuoi ricevere aggiornamenti su #Telco?
Iscriviti alla newsletter!