Hot topics:
2 minuti

Windows 10 Pro for Workstations, edizione per smanettoni

Maggiore supporto hardware, un nuovo file system e tanto altro per Windows 10 Pro for Workstations.

Windows 10 Pro for Workstations, edizione per smanettoni

Si chiama Windows 10 Pro for Workstations ed è la nuova versione di fascia alta di Windows 10 Pro. A descriverla così è la stessa Microsoft in un post che ne annunciato il debutto con il Fall Creators Update in arrivo in autunno.

"È una versione pensata per incontrare le necessità degli utenti avanzati che adottano workstation in scenari impegnativi e mission critical", spiega la casa di Redmond. Creato grazie al feedback dei Windows Insiders, Windows 10 Pro for Workstations introduce nuove funzionalità per sfruttare la potenza dell'hardware PC di fascia alta.

windows 10 pro workstations

Windows 10 Pro for Workstations offre il file system proprietario ReFS (Resilient file system), nome in codice "Protogon", introdotto con Windows Server 2012 con l'intenzione di soppiantare NTFS. Permette di gestire grandi volumi di dati con facilità e soprattutto di proteggere meglio l'integrità delle informazioni. Un'altra novità riguarda il supporto alla memoria persistente, ossia ai moduli NVDIMM-N che leggono e scrivono alla massima velocità, tipica delle RAM, ma che non perdono l'informazione in assenza di energia.

Windows 10 Pro for Workstations include una funzionalità chiamata SMB Direct, che supporta l'uso di adattatori di rete che hanno capacità Remote Direct Memory Access (RDMA). "Gli adattatori di rete che hanno RDMA possono funzionare a piena velocità con latenza molto bassa, usando molto poco la CPU". Questa funzionalità permette a chi accede a grandi insiemi di dati su file share SMB remoti di godere di un throughput maggiore, di bassa latenza e di usare meno cicli della CPU.

amd epyc

Infine il nuovo sistema operativo espande il supporto hardware. "Gli utenti potranno far girare Windows 10 Pro for Workstations su dispositivi con configurazioni ad alte prestazioni che includono le CPU server Intel Xeon o AMD Opteron, per un massimo fino a 4 CPU (oggi il limite è due) e memoria fino a 6TB (il limite attuale è 2TB)". Il sistema sarà quindi in grado di fare un uso efficace delle CPU dotate di un numero sempre maggiore di core e thread logici, assicurando pieno supporto a chi necessita di grandi quantità di memoria.


Tom's Consiglia

Non hai ancora l'ultima versione di Windows? Provvedi, trovi la versione Home su Amazon.

AREE TEMATICHE
Vuoi ricevere aggiornamenti su #Software?
Iscriviti alla newsletter!