Questa testata è partner di La Repubblica e contribuisce alla sua audience
Hot topics:
11 minuti

Windows 7, strumenti per la risoluzione dei problemi

Windows 7 permette, da solo, di risolvere molti problemi software.

Introduzione

Windows 7, stando sia a Microsoft che agli utenti, è un buon sistema operativo che risolve tutti, o quasi, i problemi che aveva generato Vista. Creare un sistema operativo come Windows significa renderlo compatibile e farlo funzionare con moltissimi elementi hardware, driver e applicazioni. Inevitabile che ci scappi un errore, come quelli generati da Firefox che di tanto in tanto si chiude e non vuole saperne più di riaprirsi perché il processo per qualche ragione resta aperto. Per molte persone questo incidente con Firefox 3.5 è stata una ragione per cambiare browser, e altri, meno esperti, arrivavano a riavviare l'intero sistema solo per ritrovarsi nella stessa situazione dopo una manciata di minuti.

Windows 7, per fortuna, offre alcuni strumenti specifici che possiamo usare per risolvere problemi come quelli di Firefox 3.5 e tanti altri. Gli utenti base, che non sono abituati a compiere attività di manutenzione sul sistema operativo, continueranno ad avere problemi. Ma se sono fortunati avranno almeno un amico che ha letto questo articolo, oppure ci arriveranno cercando la soluzione ai loro problemi.

Abbiamo provato alcuni degli strumenti di Windows 7 per la soluzione dei problemi, scoprendo programmi piuttosto solidi e ben fatti. Bisogna tenere conto che un PC moderno è una macchina molto complessa, e non è detto che ogni problema riscontrato sia dovuto al sistema operativo. Certo, non capita spesso di avere un Southbridge difettoso, ma non è così raro che s'incolpi il sistema operativo di problemi le cui cause sono altrove.

Windows aiuta, comunque, anche quando si tratta di hardware, almeno in alcuni casi. Sia Windows Vista che 7, per esempio, hanno un ottimo strumento di diagnostica della memoria, sul DVD d'installazione. Non è un test preciso e dettagliato come Memtest86+, ma è comunque in grado di dirvi se la vostra RAM ha qualche problema. Potete eseguirlo avviando da DVD, oppure digitando "sdsched.exe" dopo aver cliccato sul pulsante di avvio. In quest'ultimo caso, quello che farete sarà programmare un'analisi da eseguire al prossimo avvio della macchina.

In generale, quando si lavora con Windows, i problemi possibili si possono organizzare in poche categorie:

  • Stabilità hardware (indipendente dai driver). L'overclocking estremo, per esempio, potrebbe rendere il sistema instabile. Potrebbe accadere anche per un surriscaldamento eccessivo, o per sbalzi nella tensione di alimentazione
  • Compatibilità o problemi con le applicazioni. Possono essere cose semplici, come elementi dell'interfaccia visualizzati male, o problemi seri, come un'applicazione che assorbe tutta la memoria e blocca il sistema.
  • Problemi con i driver. I driver più problematici sono quelli grafici, seguiti da quelli audio.
  • Bug di Windows. Naturalmente Windows può essere la causa principale, o l'unica, di un problema.
  • Problemi d'integrazione. Questo è il tipo di problema più difficile da riconoscere, e può dipendere da diversi elementi. Se avete installato e rimosso molte applicazioni e diverse periferiche, per esempio, potreste aver sul sistema molti file .dll inutili, porzioni di Visual C++, strane voci di registro, tracce di driver e altro. In generale possiamo dire che si tratta di disinstallazioni incomplete, e generalmente la colpa è di chi ha sviluppato l'applicazione stessa. Al di là delle colpe, tuttavia, in una situazione simile Windows può trovarsi in difficoltà, ma basta una pulita per risolvere la maggior parte dei problemi.

Pensando a situazioni come quelle descritte, abbiamo dato un'occhiata agli strumenti integrati in Windows 7, per capire se questo sistema operativo offre quanto è necessario per fare le dovute riparazioni.

Il Centro Operativo

Il Centro Operativo è il posto da dove cominciare quando si ha un problema. Generalmente vedrete, in basso a destra, una piccola bandiera rossa ad indicare che Windows ha rilevato un problema. Basta cliccare sulla notifica per arrivare allo strumento per la riparazione.

jpg

Soluzione dei problemi in Windows 7 - Clicca per ingrandire.

Cliccate sul flag e poi su "Apri Centro Operativo".

jpg


Soluzione dei problemi in Windows 7 - Clicca per ingrandire.

L'area che c'interessa è quella chiamata "Manutenzione". Nella nostra immagine potete vedere una notifica dove si legge "Address a problem with ATI Graphics Driver." Significa che il driver beta della nostra HD 5850 ha qualche problema (del tutto normale per una beta). Per risolvere la situazione, in questo caso, basta installare una versione più stabile, vale a dire i Catalyst 9.11 (o il driver ufficiale più aggiornato).

Veniamo ora a quel problema con Firefox 3.5, di cui abbiamo parlato prima. L'applicazione si chiude senza motivo, ed è impossibile riaprirla a meno di aprire il Gestore Attività e chiudere a mano il processo. Quest'ultima operazione, per molti, è però troppo complessa e l'unica soluzione sembra usare un'altra applicazione. Nel Centro Operativo, selezioniamo la terza voce "Address a problem with Skype extension for Firefox". La soluzione automatica, nel nostro caso, ha risolto la maggior parte dei problemi, ed in generale è sufficiente a levarsi gran parte dei grattacapi.

Il Centro Operativo può quindi essere molto utile, ma anche fastidioso, visto che avvisa per ogni aggiornamento disponibile o per ricordarci di fare il backup del sistema. Cose che, per l'utente avanzato, non sono di particolare interesse. Per fortuna si può impostare questo strumento per mostrare meno notifiche e selezionare solo quelle che riteniamo importanti.

jpg

Soluzione dei problemi in Windows 7 - Clicca per ingrandire.

Il Centro Operativo, quindi, è un buon punto di partenza per cominciare a cercare la soluzione ai nostri problemi. In molti casi è sufficiente, ma altre volte bisogna scavare più a fondo.

Continua a pagina 2
Vuoi ricevere aggiornamenti su #Software?
Iscriviti alla newsletter!