Questa testata è partner di La Repubblica e contribuisce alla sua audience
Hot topics:

Wraith, test del nuovo dissipatore per CPU AMD

Abbiamo provato il nuovo dissipatore stock di AMD destinato ad alcuni processori. In questa recensione andiamo a scoprire quali sono gli effettivi miglioramenti implementati dall'azienda.

Wraith, test del nuovo dissipatore per CPU AMD

Dettagli tecnici e configurazione di prova

Introduzione

Intro

AMD ha deciso di chiamare il suo nuovo dissipatore per CPU "Wraith", fantasma, probabilmente nel tentativo di evocare l'immagine di qualcosa che è sia freddo che silenzioso. Per il momento l'FX-8370 è l'unico processore che offre in bundle Wraith, a un prezzo che fortunatamente è invariato rispetto al precedente. Le unità in commercio di FX-8370 con dissipatore di vecchia generazione verranno scontate.

amd wraith 01

Le altre CPU AMD con TDP di 125 watt non avranno Wraith, almeno per il momento. Forse AMD vuole solo capire quanto successo raccoglierà la nuova soluzione con l'FX-8370 prima di abbinarla ad altri modelli. L'azienda ha anche creato un secondo nuovo dissipatore per CPU per soluzioni con TDP fino a 95 watt - potete apprezzarlo (ha la ventola di colore rosso) nella galleria più in basso.

amd wraith 02

È sempre bello vedere un'azienda che fa attenzione al dissipatore stock al fine di offrire prestazioni di raffreddamento con quanto più margine possibile al minor prezzo possibile. Inoltre la rumorosità non è mai sembrata una grande preoccupazione dei produttori di CPU, ed è per questo che molti appassionati acquistano soluzioni di terze parti.

amd wraith 03

Il dissipatore Wraith è notevolmente più ampio del predecessore grazie a una superficie maggiore. L'OEM che si occupa di realizzare Wraith per conto di AMD è, come sempre, AVC (Asia Vital Components Ltd.). Wraith pesa 455 grammi, circa 125 grammi in più rispetto al vecchio dissipatore stock.

amd wraith 04

Ha anche dimensioni maggiori: è alto 8 cm, profondo 10,4 cm e ha una larghezza di 17,8 cm, misurata dalla fine di una heatpipe al termine dell'heatpipe opposta. L'heatsink consiste di due parti e contiene un totale di quattro heatpipe da 6 millimetri fatte di un materiale composito di rame. Queste dovrebbero distribuire il calore in modo uniforme lungo le alette in alluminio.

amd wraith 05

Rimuovendo la cover di Wraith troviamo una vecchia conoscenza: la ventola QFR0912H di Delta. Questo modello è da 92 mm, è spesso 25,4 mm e lavora fino a 3200 RPM con tensione da 5 a 13 V consumando un massimo di 2,64 watt. Alla sua tensione di picco di 12 V abbiamo misurato esattamente 3100 RPM. Questa particolare ventola costa meno di 5 dollari se acquistata in grandi quantità, cosa che non la rende molto costosa. Non è nemmeno troppo conveniente, a dire il vero, ed è un passo avanti rispetto alla ventola del precedente dissipatore stock.

LED Panel PCB

Il logo AMD è nascosto dietro la copertura del Wraith. Il logo s'illumina quando il Wraith è in funzione, ma quando è spento è appena visibile. Questo effetto è ottenuto usando una speciale copertura sulle lettere.

Infine un circuito stampato con i suoi tre SMD-LED e resistori corrispondenti si trova dietro la cover. È connesso con un sottile cavo di alimentazione da 12V che durante l'assemblaggio è nascosto tra il dissipatore e la copertura.

Il dissipatore di fascia alta più silenzioso a meno di 50 euro?

Don Woligroski, global marketing manager per le CPU desktop e le APU a basso consumo (ex senior editor di Tom's Hardware), ci ha detto che Wraith è un prodotto di fascia alta e AMD non ha trovato un dissipatore a meno di 50 dollari silenzioso quanto la sua nuova soluzione.

Configurazione di prova e dissipatori a confronto

Three Coolers

Non prenderemo troppo sul serio le dichiarazioni di AMD. Dopotutto Wraith dovrebbe costare in produzione meno di 15 euro e, salvo miracoli, ciò significa che non può essere davvero un dissipatore di fascia alta. Dovrebbe comunque essere nettamente migliore rispetto a tutti i dissipatori da 6/7 euro entry level.

Di conseguenza, abbiamo pensato di far competere Wraith contro il vecchio dissipatore per CPU da 125 watt di AMD, in modo di vedere la differenza tra i due. Come terzo incomodo abbiamo aggiunto il Thermalright Macho Rev.B, che rappresenta un dissipatore di fascia medio alta venduto a circa 50 euro.

Configurazione di prova
Hardware AMD FX-8370
2x 8GB Radeon R9 Gamer Series DDR3-2400
MSI Gaming 970
1x Crucial MX200, 500GB SSD (sistema)
be quiet! Dark Power Pro 850W PSU
Windows 10 Pro (aggiornato)
Case Lian Li Bench Table
Dissipatori AMD Boxed (Old) 125 W 
AMD Wraith 
Thermalright Macho Rev. B
Microfono NTI Audio M2211
Hardware Steinberg UR12 
Software Smaart v.7
Camera di rilevazione Proprietaria e isolata, 3,5 x 1,8 x 2,2 m (LxDxH)
Misure Misure assiali, perpendicolari al centro della sorgente sonora, misurato a una distanza di 30 cm
Uscita Livello di rumorosità in dB(A)

Avremmo potuto aggiungere altri modelli meno costosi che si comportano in modo simile al Thermalright Macho e sono vicini al Wraith in quanto anch'essi basati sul design top-down, ma volevamo mostrarvi che un dissipatore tower ultra silenzioso non sempre è la scelta migliore.

Temperature

Prima di passare alle temperature diamo uno sguardo alla fase di riscaldamento, che dura solo alcuni minuti per tutti i dissipatori. La temperatura ambiente è stata mantenuta stabile a 22 °C durante i test per rendere i risultati comparabili. Il dissipatore Wraith e il Macho Rev.B di Thermalright hanno raggiunto temperature quasi identiche con il controllo della ventola nel BIOS lasciato al target di default di 50 °C. Il più piccolo Wraith diventa caldo più rapidamente del più grande Macho.

Il vecchio dissipatore stock di AMD è un buon esempio di prodotto non al passo con i tempi. Ha problemi a mantenere la stabilità del sistema dato che le prestazioni di raffreddamento sono insufficienti. Di conseguenza la ventola gira al massimo quando il processore raggiunge la temperatura più elevata. I 64 °C che abbiamo misurato sull'heatspreader sono semplicemente troppo alti.

04 Temperatures Heating Up

Per capire meglio cosa avviene esattamente, confronteremo le rilevazioni a infrarossi di tutti e tre i dissipatori. Iniziamo dal vecchio dissipatore stock. Per avere i seguenti risultati tutti i punti di misurazione sono stati coperti con una lacca per garantire letture precise.

I 62 °C rilevati alle heatpipe sono semplicemente troppo alti; il piccolo dissipatore non può gestire così tanta energia termica. Una differenza di circa 2 °C tra l'heatpipe e l'heatspreader è un'eredità della scarsa qualità del vecchio dissipatore stock di AMD. I 93 °C misurati vicino ai convertitori di tensione non sono il massimo, anche se accettabili.

01 IR Boxed Old

I risultati del Wraith ci raccontano una storia differente. È decisamente più fresco, con heatpipe e heatspreader che raggiungono le stesse temperature. Le alette di raffreddamento più esterne rimangono più fresche, come risultato della maggiore dimensione del Wraith e una prestazione termica migliore. Il design top-down aiuta inoltre a raffreddare i componenti legati al regolatore di tensione sulla motherboard che non sono raffreddati attivamente. Raggiungono un massimo di 91 °C.

02 IR Wraith Boxed New

Ultimo ma non meno importante il Macho Rev.B, che mantiene il processore a una temperatura all'incirca simile all'AMD Wraith, ma con una velocità rotazionale della ventola da 140 mm decisamente più bassa. Per questa ragione le alette rimangono leggermente più calde ma la maggiore dimensione del radiatore compensa facilmente. A non essere così buona è la temperatura dei componenti nell'area del regolatore di tensione della motherboard. Abbiamo 14 °C in più rispetto a quanto rilevato con il nuovo Wraith. Dato che alcuni dei componenti in questione sono condensatori, questo tipo di temperature non sono accettabili per lunghi periodi di tempo.

03 IR Thermalright

Questo è un problema generale dei dissipatori tower. I design asimmetrici, che si suppone rendano i dissipatori compatibili con i moduli RAM più alti, incrementano il problema. Da questa prospettiva il Wraith raffredda realmente meglio dato che dissipa il calore dalla motherboard oltre dal processore. In un case chiuso questo problema è persino peggiore dato che i moduli RAM tagliano qualsiasi flusso d'aria sotto un determinato punto.

Diamo uno sguardo generale alle temperature di differenti aree di misura dopo un'ora di funzionamento continuo. Potete notare comunque che queste temperature cambiano appena dopo una fase di riscaldamento.

06 Temperature Comparison

Ventole e rumorosità

Le temperature del Wraith sono giusto in target - come abbiamo visto dalle misura effettuate sinora. Anche se il Wraith può competere nell'arena delle temperature, rimane da capire quanto ciò incida sulla velocità delle ventole, cosa che può portare ad alti livelli di rumorosità.

Ancora una volta è facile vedere quanto lavoro deve fare il controller della ventola sulla motherboard per impedire al processore di friggersi con il vecchio dissipatore stock. I 1700 RPM raggiunti dal Wraith sono adeguati specialmente considerando che il suo massimo è circa due volte maggiore (3100 RPM). Ciò significa che ha sufficiente margine per darvi la pace dei sensi e fornire potenzialmente un livello di rumorosità adeguato. La ventola del Thermalright Macho Rev.B gioca in una categoria completamente diversa con quasi 720 RPM.

05 Fan Speed

Andiamo tuttavia oltre le impressioni soggettive usando una camera di test, costruita solo per questo scopo. La usiamo per tutti i nostri test sulla rumorosità - schede video, ecc.

Livello di rumorosità e spettro di frequenza

Il livello totale di rumorosità è ottimo per confronti veloci ma non dice tutto sul profilo del rumore. Per questo è necessario guardare all'intero spettro del rumore, dato che mostra se ci sono picchi in intervalli di frequenze particolarmente fastidiosi.

Vecchio dissipatore stock AMD

Ancora una volta partiamo dal vecchio dissipatore stock di AMD. Fino a 4300 RPM lascia un'impronta molto udibile. Salvo alcuni suoni legati al cuscinetto e non a circa 280 Hz, questo dissipatore fa un rumore sgradevole, cosa lo rende ancora più fastidioso di quanto il livello di rumore indicherebbe. Non che il livello di rumore generale sia buono - tra 45 e 47 dB(A) a seconda dello stato del controller è un risultato pessimo.

10 Smaart Boxed Old

AMD Wraith 

Il nuovo dissipatore Wraith non è più silenzioso solo soggettivamente, ma lo è davvero. Sfortunatamente il cuscinetto a sfera fa un crepitio che può essere ascoltato sia soggettivamente che visto oggettivamente nel grafico sullo spettro senza troppa fatica. I 38 dB(A) che abbiamo misurato sono un buon risultato. Persino sotto pieno carico il Wraith non diventa troppo rumoroso.  Il cuscinetto a sfera della ventola a basso costo è l'unico problema in questo caso.

11 Smaart Wraith Boxed New

Complessivamente è un risultato buono specialmente perché il dissipatore non si può realmente distinguere dalle altre fonti di rumore all'interno di un case chiuso, fintanto che non ci sono componenti passivi.

Thermalright Macho Rev.B 

Il Thermalright Macho Rev.B gioca a un livello differente. I suoi 32 dB(A) e lo spettro di frequenza lo provano. I risultati potevano essere persino migliori se non fosse stato per la turbolenza causata dai moduli RAM. Sulle schede madre AMD il corpo del Macho, che è relativamente vicino alla motherboard, finisce per toccare i moduli RAM, con una riduzione conseguente del flusso d'aria.

Dato che il Macho Rev.B non è di fascia alta, ma un dissipatore di fascia medio-alta, l'unica possibile conclusione che si può trarre è che le dichiarazioni del marketing di AMD sulla collocazione del Wraith nella fascia alta sono troppo ottimistiche.

12 Smaart Thermalright Macho

Conclusioni

Il Wraith è un dissipatore ben progettato, costruito e solido. A essere onesti è su un livello diverso dagli altri dissipatori stock. Per questo siamo disposti a chiudere un occhio sulle affermazioni troppo ottimistiche del marketing di AMD. In conclusione, anche se il Wraith è più rumoroso del Macho Rev.B di Thermalright, fa un miglior lavoro nel raffreddare l'area attorno al processore sulla motherboard.

FX 8370 CPU Package

Perciò, anche se il Wraith non è così silenzioso, offre maggiore raffreddamento in determinate aree. Dopo questa mossa di AMD le cose non potranno più essere le stesse in questa arena, specialmente se il Wraith troverà consensi sul mercato come acquisto a sé stante. Il nuovo dissipatore non rende l'FX-8370 in alcun modo più veloce, ma dato che il prezzo con dissipatore incluso è identico al precedente, lo rende più attraente. Diremmo che Wraith rientra nella categoria delle soluzioni da 20 a 30 euro, quindi rappresenta un buon risparmio per chiunque acquisti un nuovo processore e non abbia già un dissipatore adeguato.

Continua a pagina 2
AREE TEMATICHE
Vuoi ricevere aggiornamenti su #Raffreddamento?
Iscriviti alla newsletter!