Xbox continuerà a migliorarsi, ed E3 2018 ne è la prova

Intervista a Cédric Mimouni

E3 2018 è stato un appuntamento che Xbox ha voluto sfruttare al massimo: lo showcase del colosso di Redmond è stato infatti uno spettacolo praticamente perfetto. Grandi giochi, grandi annunci e grandi obbiettivi; il Game Pass continua a potenziare la sua offerta, sono stati acquisiti ben cinque studi di sviluppo e gli investimenti sul futuro del mercato console continuano ad essere una certezza.

Abbiamo parlato di tutto questo con Cédric Mimouni, responsabile della divisone Xbox per l'Area Meditarrena. Quella che segue è una discussione piuttosto interessante, che delinea ancora una volta quali sono le ambizioni e i progetti legati ad Xbox: un brand che, nonostante i recenti passi falsi nell'ultima generazione di hardware casalinghi, non vuole smettere di innovare e migliorarsi. 

TH: Tutte le esclusive Xbox saranno disponibili nel catalogo del Game Pass sin dal day one. Quali sono invece i piani per gli accordi legati ai titoli di terze parti? Puntate a rinnovare il catalogo costantemente oppure preferite creare, con il tempo, un'offerta specifica.

Game Pass è uno dei fiori all'occhiello della nostra offerta. Il commitment oggi è di continuare ad aumentare l'offerta: in conferenza abbiamo parlato dell'acquisizione di nuovi studi, proprio per continuare ad alimentare il nostro catalogo first party.

Cedric Mimouni Xbox Microsoft slider home
Cédric Mimouni, responsabile della divisione Xbox per l'Area Mediterranea

Su tutto quello che concerne il supporto a titoli di terze parti invece non ho notizie specifiche, se non quelle legate a giochi di grande prestigio come The Division e Fallout 4 che ora fanno parte del Game Pass. 

Il focus è avere le esclusive disponibili sin da subito all'interno del catalogo, investire -guardando al futuro- in nuove software house e continuare ad avere produzioni di terze parti che arricchiscano l'offerta.

Le esclusive del futuro e il supporto alle terze parti

TH: l'acquisizione di cinque, nuovi studi di sviluppo che lavoreranno in esclusiva Xbox ha avuto -giustamente- un grando spazio all'interno dello showcase. Gl investimenti ora si concentreranno solo in quella direzione, oppure avete in mente anche qualche accordo commerciale molto altisonante con produzioni di terze parti?

Ci sono ancora accordi con publisher di terze parti, vedi per esempio Bethesda con Fallout 76. Questi sono però percorsi separati: investire in contenuti first party è la base per alimentare l'offerta legata al tuo brand, creando quindi titoli che soddisfino un po' tutti i target di giocatori.

Fallout 76 T51b F 1528640228 0

Cinque studi che sbloccano la forza creativa di Xbox è fondamentale; ovviamente questo aspetto non esclude l'altro, per cui accordi commerciali con terze parti esistono ed esisteranno. Il focus dell'azienda però rimane il contenuto esclusivo, e durante la conferenza si è notato.

Continua a pagina 2

Pubblicità

AREE TEMATICHE

Evento

Vuoi sapere di più su #E3 2018? Guarda la nostra pagina dedicata!