Xiaomi, obiettivo migliorare le fotocamere degli smartphone

Xiaomi sembra essere al lavoro per creare una nuova divisione interna a quella mobile, a cui poter affidare lo sviluppo delle fotocamere degli smartphone. La notizia è emersa da una e-mail aziendale inviata dal CEO Lei Jun, che sarebbe dovuta rimanere riservata, nella quale si annuncia la nomina di Zhu Dan come direttore generale di questo nuovo dipartimento.

L'obiettivo di Xiaomi sarebbe dunque quello di compiere il tanto agognato salto di qualità in ambito fotografico, così da poter competere con i brand più noti nel settore smartphone anche da questo punto di vista. Per adesso non ci sono dettagli in merito alle modalità con le quali l'azienda cinese potrebbe perseguire questo scopo.

Xiaomi
La mail inviata da Lei Jun

Ad oggi, in merito ai sensori fotografici integrati nei propri smartphone, Xiaomi collabora soprattutto con Sony, come del resto buona parte dei brand di telefonia. L'azienda giapponese ha infatti la leadership in questo particolare ambito, e non è escluso che la società guidata da Lei Jun possa stringere accordi particolari con il gigante di Tokyo.

Leggi anche: Xiaomi, sul Play Store l'app italiana della Mi Community

Più difficile che Xiaomi possa decidere di sviluppare in casa i sensori fotografici. Da questo punto di vista, ci sarebbe probabilmente da colmare un gap ancora più ampio, anche se non è escluso che l'azienda cinese possa lavorarci in futuro. In tal senso, una situazione che potrebbe essere equiparata a quella dei SoC, con la gamma Surge che continua gradualmente ad alimentarsi con le nuove generazioni.

Xiaomi Mi 5 Render 23

In ogni caso, il fatto che Xiaomi stesse lavorando a un miglioramento del comparto fotografico dei propri smartphone era già emerso ad inizio anno. Il Mi Mix 2S rappresenta un esempio lampante di questa nuova politica, con un oggettivo passo in avanti rispetto alla resa fotografica del Mi Mix 2, riconosciuto anche dal portale DXOMark che gli ha assegnato 97 punti (il punteggio più elevato mai ottenuto da un dispositivo dell'azienda cinese).

Leggi anche: Xiaomi Mi 6X svelato, potenza e intelligenza artificiale

La sensazione è che Xiaomi sia consapevole delle proprie potenzialità di accrescere ulteriormente la quota mercato nel settore smartphone. Migliorare un aspetto come quello fotografico, divenuto un parametro importante in fase d'acquisto, potrebbe aiutarla a puntare concretamente al podio dei principali produttori mondiali di telefonia.


Tom's Consiglia

Xiaomi Mi A1 è uno smartphone caratterizzato da un ottimo rapporto qualità/prezzo. Integra 4 GB di RAM e una dual-camera posteriore, e può essere acquistato attraverso Amazon a meno di 200 euro.

Pubblicità

AREE TEMATICHE