IoT

Philips Hue Play HDMI Sync Box di Signify: giochi di luce a ritmo di film, musica e videogames

Il sistema d’illuminazione Philips Hue, negli ultimi anni, ha rapidamente conquistato la scena in ambito smart home. Merito della qualità dei dispositivi, di un’ampia scelta di prodotti e della compatibilità cross-platform con i principali assistenti vocali (da Amazon Alexa a Google Assistant, fino ad arrivare a SIRI di Apple). Di recente l’offerta è stata arricchita con Hue Play HDMI Sync Box, un prodotto unico nel suo genere che, idealmente, completa l’esperienza di home entertainment dell’utente.

Si perché i giochi di luce creano un’atmosfera magica, in grado letteralmente di stravolgere l’esperienza con i dispositivi multimediali che abbiamo in casa. Questo nuovo prodotto ruota proprio attorno a questo concetto, ampliandolo. La logica dell’azienda è stata quella di migliorare ulteriormente il tempo che decidiamo di trascorrere tra le mura domestiche, valorizzando al meglio i nostri momenti di svago preferiti.

Un approccio coerente rispetto a quanto visto con i televisori della linea Philips Ambilight. I giochi di luce amplificano l’effetto di un’immagine e da oggi, con lo Hue Play HDMI Sync Box, sarà possibile migliorare la filosofia stessa d’intrattenimento domestico. Immagina di organizzare una festa e ballare immersi in una stanza che cambia colore a ritmo di musica, oppure guardare un film ambientato su un’isola e vedere le pareti di casa tingersi dei colori del mare e sentendosi protagonisti del film, così come rendere ancora più realistica l’esperienza di gioco con il nostro videogame preferito.

Che cos’è Philips Hue Play HDMI Sync Box

Come suggerito dal nome, si tratta di un piccolissimo box (18 cm di lunghezza e 9 centimetri di profondità, estremamente compatto) dal design minimal, completamente nero, che può essere dunque facilmente integrato in qualsiasi tipo di arredo. Sulla parte anteriore troviamo un pulsante fisico (vedremo a breve la sua funzione) e un piccolo LED che, a seconda del colore, indica uno stato specifico del dispositivo: rosso in stand-by; blu lampeggiante per la modalità di associazione; bianco quando è in azione.

Sul retro, oltre alla porta per l’alimentazione, ci sono 5 ingressi HDMI, che in qualche modo suggeriscono lo scopo principale di questo box, ovvero sincronizzare il sistema d’illuminazione Philips Hue con i propri dispositivi multimediali: televisori, console, Home Theatre, lettori Blue Ray, impianti stereo, solo per citarne alcuni. È in grado, di fatto, di interfacciarsi con qualsiasi prodotto dotato di standard HDMI in uscita. Una capacità che inevitabilmente apre un mondo in termini di possibilità di utilizzo.

Dunque – una volta collegato e impostato nella maniera corretta – sarà possibile, ad esempio, gustarsi il proprio film preferito sul televisore in salotto, con le luci Philips Hue che seguiranno le scene o le musiche e si adatteranno cromaticamente ad esse, esaltando l’esperienza di visione e ricreando un’atmosfera unica e immersiva, per certi versi paragonabile a quella del cinema. Ovviamente, come vedremo, è possibile scegliere quali luci della propria configurazione debbano essere coinvolte in questa modalità.

Come si configura Philips Hue Play HDMI Sync Box

Partiamo innanzitutto da un presupposto fondamentale: per far funzionare correttamente il box – e sfruttarne dunque le infinite potenzialità – è necessario possedere l’apposito Bridge Philips Hue, da acquistare separatamente. Chi è abituato all’ecosistema Hue conosce già questa componente, un Hub di automazione della casa (sotto forma di una piccola scatoletta bianca) da collegare, tramite cavo Ethernet, al proprio router, così da consentire a tutti i dispositivi d’illuminazione di potersi connettere correttamente al Wi-Fi di casa. In più, è ovviamente necessario possedere almeno un dispositivo White & Color della famiglia Hue.

Chiarito questo aspetto, la configurazione del box è estremamente semplice. Supponiamo, ad esempio, di voler sincronizzare le luci con la nostra console da gioco. Basterà attenersi ai seguenti passaggi, illustrati nel video:

  • Scaricare sul proprio smartphone l’applicazione Hue Sync (è disponibile sia su Android che su iOS);
  • Collegare Hue Play HDMI Sync Box all’alimentazione;
  • Collegare la console alla porta “HDMI in” posta sul retro del box tramite l’apposito cavo;
  • Collegare il box al televisore attraverso la porta “HDMI out” posta sul retro sfruttando l’apposito cavo.

La prima fase di configurazione si conclude qui, con questi semplici passaggi. Passiamo adesso alla seconda fase, questa volta di natura software:

  • Avviare l’applicazione Hue Sync Box e seguire le istruzioni a schermo per l’accoppiamento con il bridge;
  • Selezionare le luci dell’ecosistema Philips Hue che si vuole siano sincronizzate con la console, posizionandole nell’immagine virtuale così come sono posizionate nella realtà (basta trascinarle), creando quella che il sistema definisce “area di intrattenimento”;
  • Selezionare la voce “gioco” nella terza schermata e godersi lo spettacolo delle luci.

Il terzo screen di questa seconda fase mostra l’interfaccia davanti alla quale ci si trova una volta completata la configurazione. È possibile decidere l’intensità con cui le luci devono seguire il dispositivo con il quale sono sincronizzate e anche la luminosità. Ovviamente, oltre alla modalità di sincronizzazione “gioco”, è possibile selezionare anche “video” o “musica”, pensate rispettivamente per la visione di filmati, per l’ascolto di file audio o per contenuti video ma con le luci che seguono il ritmo del suono invece che i colori delle scene.

Tutta questa esperienza software è stata ulteriormente migliorata da Signify attraverso un aggiornamento software per il Philips Hue Play HDMI Sync Box, rilasciato pochi giorni fa. Per prima cosa, questo update ha introdotto la possibilità di controllare il dispositivo con i comandi vocali, grazie al supporto ufficiale ad Alexa, Google e Siri: hai i popcorn in una mano e il tuo drink preferito nell’altra? Basta semplicemente accendere il box con la voce e godersi i giochi di luce durante la visione di un film. Ma non è tutto.

L’aggiornamento porta infatti in dote anche la possibilità di sincronizzare, con le luci, i contenuti HDR10+ e Dolby Vision, a patto ovviamente di avere un televisore compatibile con questi standard. Una possibilità non da poco, che va incontro all’esigenza di voler visualizzare film, serie TV e videogiochi alla massima qualità possibile. E poi, sempre grazie a questo update, il box può essere controllato con qualsiasi telecomando a infrarossi, incluso quello universale Harmony. Davvero una grande comodità.

Al seguente link è disponibile l’elenco completo dei televisori e dei dispositivi HDMI supportati: www.meethue.com/syncboxsupport. Come si installa l’aggiornamento? Ottenere le nuove funzionalità è semplice e sarà sufficiente seguire i passaggi indicati nel menu delle impostazioni dell’app Hue Sync.

Videogiocare non è mai stato così coinvolgente

Finale di Champions League con FIFA 20. Il prato verde di San Siro che viene visivamente “esteso” da una coppia di Philips Hue Play posizionata dietro il televisore e che, grazie alla presenza di Hue Play HDMI Sync Box, riesce a riprodurre la stessa tonalità di verde del prato del gioco, proiettandola dietro il pannello e creando un effetto d’immersività che non ha praticamente eguali. Si può anche decidere di non limitarsi alla parete in cui è collocato il televisore, ma di estendere l’effetto a tutta la stanza aggiungendo fino a un massimo di 10 punti luce, per un’atmosfera ancora più immersiva. Ma non è tutto.

Immaginate di giocare a un titolo come Formula 1. Nel corso di una partita online, ecco arrivare alle vostre spalle, da destra, un avversario pronto a superarvi. A quel punto la Philips Hue LightStrip, posizionata sulla scala alla vostra destra (esattamente come nel caso del nostro setup), si illuminerà a tono con il colore della carrozzeria della macchina del vostro antagonista e, a ogni colpo di acceleratore, aumenterà l’intensità dell’illuminazione, dandovi la sensazione di avere realmente qualcuno alle vostre spalle.

Un nuovo modo di guardare film e ascoltare musica

In più, è molto interessante la possibilità di selezionare manualmente la modalità di utilizzo, a prescindere dal contenuto riprodotto. Esempio pratico: vogliamo goderci sul divano il video del nostro concerto preferito. In questo caso, la parte audio è decisamente più importante di quella video, per cui nulla ci vieta di selezionare la modalità “musica” e di goderci le luci che tengono il tempo delle canzoni.

Pensate dunque a un aperitivo gustato con le luci che si muovono a ritmo di buona musica. Atmosfera soffusa, Summer Vibe di Tomas Skyldeberg in sottofondo, un buon drink tra le mani e il vostro sistema d’illuminazione Philips Hue che scandisce le ore del tempo trascorso assieme ai vostri amici, comodamente in casa. Tutto questo senza strane configurazioni e, soprattutto, mantenendo inalterato il design dell’abitazione, spesso frutto di tanto lavoro e ricerca personale.

E poi c’è la visione dei film. Dotarsi di un televisore di alto livello rappresenta solo un tassello per ricreare in casa un effetto paragonabile a quello dei cinema. In questo, i giochi di luce possono davvero fare la differenza: Freddie Mercury sale sul palco del Live Aid (una delle scene topiche di Bohemian Rhapsody), infiamma il pubblico con la sua performance di Radio Ga Ga e il nostro sistema d’illuminazione, muovendosi a tempo di musica, ci fa sentire lì, in mezzo alla folla di Wembley.

Insomma, l’esperienza offerta da Hue Play HDMI Sync Box porta l’home entertainment su un altro livello, mostrando ancora una volta il potenziale del sistema Philips Hue di Signify. Inoltre, col passare del tempo, si potranno sincronizzare anche i nuovi dispositivi d’illuminazione Philips Hue che l’azienda rilascerà nel mercato. Versatilità e qualità, unite alla comodità di gestire tutto il sistema in modo ancora più smart con l’aiuto di Alexa, Google Assistant e SIRI.