Tom's Hardware Italia
Home Cinema

Recensione Creative Aurvana Trio, cuffie in-ear a tre driver

Creative Aurvana Trio PRO: qualità audio, comodità d'uso CONTRO: qualità costruttiva del telecomando a metà filo VERDETTO: Se vi piace ascoltare buona musica, e avete anche un dispositivo in grado di dare in pasto a queste cuffie tracce ad alta qualità, rimarrete certamente soddisfatti dalla resa generale. Le Aurvana Trio di Creative sono il primo […]

Creative Aurvana Trio

aurvana trio 006


Le Aurvana Trio di Creative sono il primo paio di auricolari in-ear dell'azienda a utilizzare un design a triplo driver. Sono pensate per coloro che cercano una buona qualità audio, nella fascia di prezzo sotto 200 euro. Vediamo come sono fatte e soprattutto se mantengono le promesse in termini di qualità sonora.

Il design a triplo driver

Un normale paio di auricolari è dotato di un unico driver che ha il compito di riprodurre l'intero spettro audio. Un design a tre driver è invece quello che ritroviamo in altoparlanti a tre vie, con un woofer dedicato alla parte bassa dello spettro audio, un ulteriore woofer per i toni medi e un twitter per le alte frequenze.

aurvana trio 001

Creative ha implementato questi tre elementi all'interno dei piccoli auricolari, con ovvie limitazioni date dalle dimensioni, ma l'approccio è praticamente lo stesso. Più nel dettaglio, per i bassi è stato adottato un driver dinamico, mentre i medi e gli alti sono gestiti da quelli comunemente chiamati "Balanced Armature" driver. Il principio di funzionamento non è differente dai driver dinamici, dato che l'obiettivo è sempre quello di imprimere pressione all'aria che viene trasferita sotto forma di onda sonora, ma anziché avere una membrana che si sposta lungo il suo asse, una superficie metallica comprime l'aria all'interno di una camera – definita dall'armatura – che viene poi confluita all'esterno tramite un apposito condotto.

Leggi anche: Creative Omni, audio a 360 gradi e connettività Wi-Fi

Questa spiegazione è molto semplicistica, vi invitiamo a effettuare una semplice ricerca in Google se volete approfondire il discorso. Il vantaggio di questa soluzione implementata in cuffie è la possibilità d'implementare più driver in poco spazio, che non hanno bisogno di un'ampia area circostante per funzionare in maniera efficiente.

Queste cuffie sono in grado di riprodurre, secondo i dati Creative, uno spettro di frequenze che va dai 5 ai 40000 Hz (16 Ohm), valori che vanno ben oltre – su entrambi gli estremi – a quello che l'orecchio umano è in grado di percepire, e nel contempo si tratta di numeri superiori a quello che molti altri produttori di cuffie per il mercato consumer pubblicizzano per i loro prodotti.

Come sono fatti

Il design è quello classico in-ear, con le piccole cuffiette collegate a un corpo circolare, sufficientemente piccolo da entrare facilmente in ogni orecchio. Il cavo è intrecciato, e si può rimuovere dai singoli auricolari. L'obiettivo di questo cavo è ridurre i disturbi che possono derivare dal trasferimento del segnale sul cavo.

aurvana trio 002

A metà filo è presente il telecomando con singolo tasto e microfono. Nella confezione è inclusa una custodia, tre paia di cuffie di ricambio per adattarsi a ogni orecchio e l'adattatore da aereo con doppio jack.

La qualità costruttiva è buona, anche se le plastiche usate, soprattutto per il telecomando, comunicano una sensazione un po' troppo economica considerando il prezzo del prodotto.

Qualità audio

Ricordiamoci che abbiamo a che fare con cuffie in-ear, quindi il modo in cui le indosserete influenzerà la resa finale. Se indossate bene, potrete puntare a un'esperienza d'ascolto molto appagante.

Quando un prodotto viene pubblicizzato per audiofili, si rischia sempre una severità nel giudizio sopra alla media. Molti appassionati potrebbero dire che una cuffia per audiofili è tutt'altra cosa, e che a un prezzo di 150 euro si fatica a gridare al miracolo. Potremmo anche essere d'accordo, almeno in parte, per questo ci limitiamo a dire che a questo prezzo le Aurvana Trio sono tra le migliori cuffie in-ear che abbiamo provato.

aurvana trio 005

La risposta non è comunque totalmente lineare, e dopo aver provato differenti tracce di vari generi possiamo dire che la mancanza principale riguarda la medio alta. I medi e la medio bassa sono ottimi, i bassi sono ben presenti senza mai andare a sbilanciare la resa; anche con tracce dove la componente bassa e ultra bassa è molto presente, non diventa mai fastidiosa. La resa rimane comunque brillante grazie al driver che si comporta come un tweeter, ma permane, come detto, una nota più sfumata sulla medio alta. Buono anche il sound stage, la cui ampiezza e percezione nello spazio è molto legata alla tipologia di musica e canzone che ascolterete.

Insomma, piccoli peccati veniali per un prodotto di questa fascia di prezzo, se consideriamo la resa generale.

Verdetto

Se vi piace ascoltare buona musica, e avete anche un dispositivo in grado di dare in pasto a queste cuffie tracce ad alta qualità, rimarrete certamente soddisfatti dalla resa generale.

Il prezzo è giustificato dalla qualità audio, un po' meno da alcuni dettagli costruttivi, come il telecomando a metà filo che ha l'aria molto economica. Per fortuna la qualità del microfono è invece buona.

aurvana trio 007
aurvana trio 008
aurvana trio 009

Lo stesso vale per il comfort d'uso, anche dopo diverse ore di ascolto, non abbiamo accusato particolari fastidi da costringerci a togliere per far risposare le orecchie.


Tom's Consiglia

Sei più un tipo sportivo? Allora sarai sicuramente più interessato alle Creative Outlier Sports, cuffie wireless a buon prezzo.