Auto

Toyota e Subaru, nuovo accordo per i veicoli elettrificati

Proseguono le trattative tra Toyota e Subaru. Le due aziende, infatti, lavoreranno insieme in un nuovo progetto che avrà come obiettivo lo sviluppo e costruzione di veicoli elettrici e a guida autonoma.

L’accordo della partnership tra le due risale al 2005, quando Toyota e Subaru firmarono l’accordo commerciale per lo sviluppo di auto sportive a trazione posteriore come Toyota GT86 e Subaru BRZ.

“Tra la nostra azienda e la Toyota c’è un’alleanza che ha giù una storia di 14 anni. Durante questo periodo, abbiamo approfondito i nostri rapporti in vari campi come sviluppo del prodotto, produzione e vendite, anche attraverso scambi di personale. Con un ulteriore passo avanti perfezionando le nostre tecnologie, rafforzeremo la nostra capacità di rispondere al CASE e ad altre esigenze. Questo nuovo passo nella nostra alleanza con Toyota porterà a miglioramenti, e sono sicuro che i nostri clienti apprezzeranno ciò che offriamo grazie ai nostri sforzi.”

Dire che la mobilità sta cambiando è ormai cosa ovvia, trasformando di conseguenza le nostre abitudini quotidiane di guida. L’acronimo CASE (Connected, Autonomous, Shared & Electric) è infatti apparso sulla scena nel corso di questi ultimi anni riferendosi ai veicoli del “futuro”. Molti di questi cambiamenti nel settore automotive hanno spinto le stesse aziende a trovare soluzioni innovative per potersi adattare al progresso tecnologico. In questo caso, Toyota e Subaru hanno reso noto di aver stipulato un accordo per sviluppare una piattaforma dedicata ai veicoli elettrificati e di un modello completamente elettrico che vanterebbe l’esperienza nella trazione integrale di Subaru e le tecnologie delle ibride Toyota.

“Durante questo periodo di profonda trasformazione, anche se con CASE le auto cambieranno, il piacere di guida rimarrà parte integrante delle automobili ed è qualcosa che penso dobbiamo continuare a preservare fortemente. Nel frattempo, noi della Toyota abbiamo fatto del nostro meglio per affinare le nostre tecnologie a trazione integrale partecipando al World Rally Championship. Le nostre aziende, che hanno entrambe perseguito a lungo il piacere di guidare, ora vogliono perseguire le possibilità di rendere le auto sempre migliori e adatte all’era CASE riunendo i nostri punti di forza e approfondendo ulteriormente il nostro rapporto”.

L’obiettivo della partnership è sicuramente migliorare ulteriormente il piacere di guida nell’era CASE producendo veicoli di maggiore qualità e, allo stesso tempo, ottimizzando la capacità di produzione, anche grazie all’acquisizione di quote da parte di Subaru.