Tom's Hardware Italia
Libri e Fumetti

Bao Publishing annuncia “Aiken”, una nuova linea di manga

BAO Publishing ha annunciato che il prossimo maggio inaugurerà una nuova linea di manga, la cui etichetta si chiamerà "Aiken", con l'obiettivo di pubblicare con cadenza regolare manga di eccellente qualità.

BAO Publishing ha annunciato che il prossimo maggio inaugurerà una nuova linea di manga, la cui etichetta si chiamerà “Aiken”, ovvero “Cane adorato”, mantenendosi quindi fedele al suo logo originale, il cagnolino Cliff. Il progetto editoriale, a detta dell’editore, sarà quello di concentrarsi sulla pubblicazione di manga di altissima qualità, con una cadenza regolare e puntuale. responsabili del progetto di Aiken saranno Vanessa Nascimbene e Andrea Petronio, mentre il logo è stato progettato da Sara Bottaini, fondendo Cliff ed una bambola “Daruma” giapponese.

I primi tre titoli in uscita provengono dal prestigioso catalogo della Casa editrice Shogakukan, e in particolare dalla storica rivista Ikki, che tra il 2003 e il 2014 è stata tra le principali testate di fumetto alternativo in Giappone, e dalla quale sono emersi talenti come Taiyō Matsumoto e Daisuke Igarashi.

Ad aprire le danze sarà JM Ken Niimura, ovvero l’autore dell’apprezzatissimo “I Kill Giants”, qui in veste di autore completo con una raccolta di storie brevi e autoconclusive chiamata “Henshin”.

lineup aiken bao publishing

Seguiranno poi due volumi ad opera di Hisae Iwaoka: “Fiori di biscotto” (Hana Boro), ovvero un volume autoconclusivo incentrato su una serie di storie brevi tutte ambientate all’interno di una scuola e “Dosei Mansion”, una serie di sette tankobon già conclusisi in Giappone, e che verranno pubblicati in Italia a cadenza bimestrale.

]

La linea Aiken farà il suo debutto al Napoli Comicon 2019, occasione in cui l’etichetta annuncerà anche le restanti uscite previste nel corso del 2019.

I Kill Giants è un’opera raffinata e divertente, pubblicata proprio da Bao e più recentemente trasformata anche in un film. Perché non approfittarne per conoscere il talento di JM Ken Niimura in vista dell’arrivo della sua “Henshin”?