Tom's Hardware Italia
Cinema e Serie TV

DC Universe cancella Swamp Thing dopo una sola puntata

Swamp Thing, serie TV targata DC Universe, è stata cancellata dopo solo un episodio dalla messa in onda sulla piattaforma streaming.

Swamp Thing, serie TV targata DC Universe, è stata cancellata dopo solo un episodio dalla messa in onda sulla piattaforma streaming. Ma se l’accoglienza riservata da pubblico e critica è stata più che positiva e le visualizzazioni dell’episodio pilota si sono dimostrate incoraggianti, cosa è andato storto? Ecco cos’è successo.

SwampThing

I rumor riguardo la cancellazione della serie sono partiti diverse settimane fa, quando alcuni membri del cast e della crew avevano pubblicato un messaggio di ringraziamento sui canali social descrivendo l’esperienza sul set “un’avventura breve ma intensa terminata prima del previsto a causa di gravi divergenze creative. Il fragore suscitato aveva riempito la rete di speculazioni poi messe a tacere dagli stessi artisti che avevano provveduto a cancellare i post lasciando intendere che la situazione si fosse risolta da sé, ma è di poco fa la conferma dell’effettiva cancellazione della serie, circa una settimana dopo la messa in onda del primo episodio sulla piattaforma streaming americana DC Universe.

Secondo Variety, i responsabili di WarnerMedia/AT&T non avrebbero gradito la direzione dell’adattamento televisivo dei fumetti, decidendo di porvi fine al decimo dei tredici episodi inizialmente previsti per la prima stagione. Non è chiaro sapere se la decima ed ultima puntata sia stata riscritta in corso d’opera per fungere da finale di serie o se invece rappresenterà una brusca interruzione per lo show, anche perché questa situazione è davvero molto inusuale. Non a caso, il giornalista John Gholson, citando diverse fonti, sottolinea che le divergenze creative non c’entrino molto, e che sia quanto più un problema di natura economica ad aver scatenato un brusco stop alle riprese. Infatti, lo Stato del North Carolina in cui la serie è stata ripresa, avrebbe compiuto un errore nell’assegnazione degli incentivi fiscali per la produzione delle riprese, riducendo così lo sgravo fiscale ai 14 milioni di dollari contro i 40 inizialmente previsti. Mantenere l’alta qualità raggiunta dalla prima stagione verrebbe quindi a costare troppo, e siccome la serie non è ancora stata venduta a livello internazionale, e negli Stati Uniti il servizio rappresenti ad oggi una piccola nicchia rispetto ai giganti della concorrenza, si sia semplicemente scelto di staccare la spina.

SwampThing

Nata con l’obiettivo di diventare una serie horror destinata ad un pubblico di adulti, Swamp Thing è ispirata all’omonimo personaggio a fumetti Vertigo, etichetta DC Comics. La storia ruota attorno alla ricercatrice Abby Arcane (Crystal Reed), di ritorno ad Houma, cittadina nell’Alabama in cui è cresciuta, per fare luce sulle origini di un particolare virus. Insieme allo scienziato Alec Holland (Andy Bean) scoprirà che la palude della città cela segreti mistici, orribili ed allo stesso tempo meravigliosi, e che l’uomo di cui era innamorata e credeva aver perso per sempre, potrebbe non essere davvero morto. Intanto a Houma, si riuniscono misteriose e potenti forze.

I fan si sono già mobilitati per il salvataggio di una serie con una petizione online. La prima stagione di Swamp Thing va in onda su DC Universe, in Italia la serie non è stata ancora annunciata.

Interessati a scoprire di più su DC Universe? Ecco tutti i titoli animati e live action presenti sul servizio streaming!