Giochi di ruolo

Dungeons & Dragons ottiene un ruolo maggiore all’interno di Hasbro

Secondo quanto riportato dal quotidiano Wall Street Journal, il produttore di giocattoli Hasbro Inc. sta avviando una riorganizzazione, creando una divisione separata attorno a Wizards of the Coast, l’editore di Dungeons & Dragons e Magic: The Gathering, per capitalizzare il boom che il settore dei giochi da tavolo vecchia scuola sta attraversando, grazie alla grande esposizione mediatica offerta anche da serie TV come Stranger Things e tristemente alimentato dalla pandemia in corso.

Dungeons & Dragons, un gioco di ruolo fantasy, e Magic, un gioco di carte collezionabili, sono state note positive per il creatore di Monopoly e delle action figure dei Transformers. Wizards of the Coast, infatti, ha registrato un fatturato di 816 milioni di dollari lo scorso anno, in crescita del 24% rispetto al 2019, alimentato da quelli che Hasbro afferma essere stati anni record per i due brand. Nel complesso, le entrate nette di Hasbro sono diminuite dell’8% lo scorso anno, scendendo a 5,47 miliardi di dollari, in parte a causa delle chiusure dei negozi legate al Covid-19.

Sotto la nuova struttura, che la società prevede di svelare nella giornata di oggi in un evento per gli investitori, Hasbro sarà divisa in tre unità. Quella Consumer products comprenderà giocattoli come le action figure dei Transformers e i classici giochi da tavolo come Monopoly. L’unità Entertainment sarà dedicata alla concessione di licenze, alla distribuzione e alla produzione di contenuti cinematografici e televisivi. L’unità Wizards & Digital ospiterà le risorse di Wizards of the Coast e si concentrerà sull’espansione dei giochi esistenti come Dungeons & Dragons, sulla creazione di nuovi prodotti e sulla supervisione delle licenze digitali per l’intera azienda.

Dungeons & Dragons

Hasbro spera che la riorganizzazione possa consentire di replicare il successo di Wizards of the Coast nei giochi digitali e nelle licenze in altre parti dell’azienda e potenziare altre proprietà come G.I. Joe, Ouija e Transformers. Secondo l’amministratore delegato di Hasbro Brian Goldner, l’unità Wizards è sulla buona strada per raddoppiare le entrate dal 2018 al 2023.

Hasbro ha acquisito Wizards of the Coast nel 1999, in un affare del valore di circa 325 milioni di dollari. I suoi giochi di punta sono stati progettati per essere giocati attorno a un tavolo e tendono a premiare l’interazione sociale nel mondo reale. L’anno scorso, quando i lockdown a causa del Coronavirus hanno reso impossibili le serate di gioco in presenza, gli appassionati di Dungeons & Dragons si sono rivolti a soluzioni digitali di videoconferenza o a piattaforme espressamente create per il gioco online, per incontrarsi e giocare in modo virtuale.

Wizards of the Coast ha affermato di aver attratto nuovi giocatori unendosi ad altri franchise fantasy e fantascientifici. Nel 2020, la società ha infatti pubblicato nuove carte di Magic che presentavano personaggi dello show televisivo The Walking Dead e creature tra cui Godzilla della compagnia cinematografica giapponese Toho Co. Un altro set di carte limitato comprendeva dipinti concessi in licenza dalla tenuta del conduttore televisivo Bob Ross.

Hasbro annuncerà durante l’evento odierno nuove partnership, incluso un accordo con il gruppo britannico Games Workshop Group per portare all’interno di Magic il suo gioco Warhammer 40,000, e un accordo con Middle Earth Enterprises per un’espansione a tema Il Signore degli Anelli.