Action Figure

Gordian GX-95 di Tamashii Nations: la recensione

Da Tamashii Nations e Bandai Spirits dopo anni di attesa e tantissime richieste da parte dei fan è arrivato finalmente nei negozi e in tutti gli Store online, il GX-95 Gordian per la linea Soul of Chogokin. I robot sono realizzati sia in metallo che in plastica, si configurano con una conformazione a matrioska, come fossero delle armature indossate una sull’altra. Tutto questo tempo di attesa avrà soddisfatto i fan di tutto il mondo? Scopritelo assieme a noi leggendo la nostra recensione.

Gordian

La storia è ambientata a Victor City, una città futuristica assediata dall’esercito Madokter, appartenenti a una dinastia la cui, origine si perde nella notte dei tempi. Il protagonista è Daigo Otaki un giovane teenager scapestrato, con la passione del football americano, allevato dallo zio Gen poichè convinto di essere orfano di entrambi i genitori. Il giorno del suo diciassettesimo compleanno, accompagnato dalla fedele pantera cyborg Clint, decide di arruolarsi nelle file dell’esercito dei Mechacon di Victor City, per fare la sua parte nella guerra contro i terribili invasori. Poco dopo Daigo scopre di avere una sorella maggiore di nome Saori, che gli svelerà la verità sul suo passato e lo metterà a conoscenza degli avvenimenti accorsi a suo padre e soprattutto dell’esistenza di Gordian, il robot progettato dal padre appositamente per entrare in sicronia con il corpo e la mente del ragazzo. Suo malgrado il ragazzo si ritrova a essere catapultato in una guerra diventando il paladino di Victor City, fronteggiando e respingendo gli attacchi dei nemici con i robot creati appositamente per lui.

I Personaggi

Come ogni serie a cartoni animati giapponesi, i personaggi dell’anime sono parecchi e si dividono tra buoni e cattivi, ma andiamo a conoscere alcuni di loro nel dettaglio:

I Buoni…

Gordian GX-95 Tamashii Nations

Daigo Otaki è il figlio dello scienziato Kyotaro Otaki, ucciso dal mercenario Cross Cross per un malinteso. Quando era bambino, il padre ha trapiantato dei congegni affinché potesse essere in sintonia con il robot Gordian e l’energia dell’X-Tron, una sostanza viva, in grado di scambiare “energia emozionale” della quale il mecha viene alimentato. Diventato adolescente Daigo viene a contatto con Gordian creato per combattere il malefico potere dei Madokter. Saori Otaki è la sorella di Daigo e vive da sempre nella base segreta di Santore. Conosce molti segreti ma sa che dovrà aspettare che Daigo maturi per tenerlo informato di tutto quello che nasconde. Roset è una ragazza molto giovane che vive nella base di Santore facendo da assistente a Saori. Barry Hawk è il comandante in capo dei Mechacon e superiore di Daigo, i due sono grandi amici, infatti, capita molto spesso che lo levi dai guai. Peggy fa parte del gruppo dei Mechacon agli ordini di Barry e girlfriend “non ufficiale” di Daigo. Dalph è il compagno di stanza di Daigo nonché suo grande amico, anche lui fa parte dell’esercito di Barry e durante la serie si rivelerà una persona di grande coraggio aiutando più volte il giovane eroe.


…e i Cattivi

Gordian GX-95 Tamashii Nations

Il Gran Maestro Dokuma è il capo dei Madokter, una voce priva di corpo, che è fornita da un intricato cervello elettronico, infatti, le uniche cose che compaiono di lui solo solamente i due occhi luminosi. Determinato a impossessarsi dei segreti del Progetto X di Kyotaro Otaki e dei segreti dell’X-Tron, il Gran Maestro Dokuma farà di tutto per dar da filo da torcere ai terrestri, inseguendoli persino nello spazio siderale. Il Condottiero Barras assume il comando delle forze armate dei Madokter, grazie ai meriti sul campo di battaglia guadagnandosi così i favori del Gran Maestro diventando Condottiero e guidando così le azioni militari. Il Generale Saxidar è il membro più anziano tra le file nemiche e a lui è affidata la lettura del libro dell’Apocalisse del Gran Maestro Dokuma. Barbadas anche se viene chiamato Generale in realtà  è un sottoposto agli altri Generali, combattendo spesso in prima linea contro Gordian. Elias è l’unico generale donna presente tra i ranghi più alti dei Madokter, proveniente da una famiglia di notabili è una donna astuta e temibile in fatto di abilità strategiche non è inferiore ai suoi colleghi uomini. Clorias è il generale più giovane ed è a capo delle operazioni militari. Durante una battaglia viene lasciato morire da Barras per mano di Gordian, dopo aver fallito un tentativo di impossessarsi del potere a scapito degli altri generali.


La confezione

L’enorme scatola è realizzata completamente in cartone, oltre a essere spessa e ampia, ha delle dimensioni molto consistenti: 43 cm circa di larghezza, 30 cm di altezza e 18 cm di profondità. Nella facciata a sinistra troviamo una foto dei protagonisti che formano il Gordian, partendo dal più piccolo robot Protesser, il robot mediano Dellinger, un primo piano del robot maggiore Garbin, la pantera nera Clint e il protagonista Daigo, mentre spostandoci a destra troviamo Gordian già trasformato in una posa pronto ad attaccare e ancora più in basso sono presenti il sigillo olografico di qualità i loghi Tamashii Nations e Bandai Spirits.

Blister

All’interno del box principale troviamo un solido e grosso polistirolo di colore bianco, ricoperto da un coperchio di plastica trasparente con i tre robot principali che formano il Gordian: Protesser, Dellinger e Garbin.

Oltre a questi sono presenti tutta alcuni extra come:

  • Il protagonista Daigo
  • La pantera cyborg Clint
  • Un secondo viso intercambiabile
  • Uno scudo

Nel primo blister trasparente sono presenti i tanti citati accessori extra come:

  • Tre coppie di mani alternative per Gordian/Garbin
  • Una coppia di mani per Dellinger
  • Una coppia di mani e una singola per Protesser
  • Due palle da football
  • Una spada dirompente
  • Un’ascia iperatomica
  • Una spada
  • Un astro tagliente
  • Keraton accecante
  • Una lancia a raggio termico
  • Due missili podalici
  • Una lancia disintegrante
  • Una spada solare
  • Un pezzo per la basetta

Nel secondo e ultimo blister ci saranno solamente le parti che andranno a costruire la basetta espositiva per riporre i robot con tutte le armi.

Daigo & Clint

Partiamo dal protagonista dell’anime ovvero Daigo: realizzato unicamente in plastica, raggiunge un’altezza di 7 cm circa, è completamente snodabile e anche molto posabile. Essendo molto piccolo non pretendevamo la somiglianza del viso al 100% alla controparte animata, ma nemmeno così “bruttarello”. La pantera Clint invece è una statica ma nel complesso realizzata molto bene.

Protesser

E’ il più piccolo dei tre robot che compongono Gordian, realizzato interamente in plastica, è alto circa 12,5 cm. Protensser ha l’aspetto di un giocatore di football americano con tanto di caschetto protettivo e palla da gioco che in realtà viene utilizzata come arma di attacco. Nonostante le piccole dimensioni ha una buona stabilità grazie agli snodi ad attrito che sono piuttosto resistenti, anche se la posabilità è davvero ridotta. La resa visiva finale è comunque molto buona. Durante la trasformazione si incastra all’interno di Dellinger.

Dellinger

Dellinger è il robot di intermezzo, come il suo predecessore anche lui è stato fabbricato soltanto in plastica è alto ben 21 cm. Di colore rosso e bianco, questa forma intermedia viene utilizzata abbastanza poco. Il robot si fa subito notare per i suoi meravigliosi dettagli e per il design molto fedele all’anime.

Garbin/Gordian

Garbin è il terzo e ultimo robot che forma Gordian. Dei tre mecha è l’unico a essere realizzato sia in metallo che in plastica e raggiunge un’altezza di ben 32 cm. Gordian è di colore blu ed è il risultato dell’incastro bionico tra i tre robot, Protezer, Delinger e Garbin. La posabilità finale non è estrema ma certamente è un ottimo compromesso legato alla natura meccanica del modello.

La nostra video recensione

Conclusioni

Tamashii Nations poteva fare meglio? Certo che sì, dopotutto stiamo parlando di un’azienda cui nessuno può insegnare nulla in quanto a tecnica e qualità. Per la prima volta su questi modelli Tamashii si è inventata il doppio snodo sulle gambe di Protteser e Dellinger mai visti in precedenza su nessun robot, unica vera caratteristica del GX-95, per quanto riguarda Daigo ottimo lavoro, snodabilissimo ma pecca solamente sul viso e la pantera Clint molto bella e fedele ma purtroppo è fissa. Sicuramente non è il Gordian del cartone animato che tutti si aspettavano, ma resta comunque un prodotto che può piacere a livello soggettivo, ad esempio, noi dal vivo dopo averlo testato per bene lo abbiamo rivalutato parecchio quindi non fermatevi alle apparenze.

Gordian GX-95


Gordian non fa certo gridare al miracolo e farà storcere il naso a parecchi collezionisti di robottoni che si aspettavano ben altro da un'azienda come Tamashii Nations. Sicuramente dal vivo e tra le mani lo rivaluterete parecchio e una volta esposto in vetrina mostrerà il suo vero potenziale in mezzo a tutti i vostri robottoni.

Pro

  • Grande lavoro di ingegneria
  • Ricco di extra
  • I tre robot sono in scala tra loro
  • Due visi alternativi
  • Enorme e imponente

Contro

  • Non piacerà a tutti
  • Esteticamente con troppe aperture
  • Niente metallo dei due robot più piccoli
  • Viso di Daigo
  • La pantera Clint fissa